Articoli in categoria

Light Art


CARLO BERNARDINI AL FUORISALONE 2018

Leggi di Più

RES·O·NANT

Leggi di Più

Un’Aurora blu al Museo Ebraico di Berlino

Leggi di Più

Carlo Bernardini

Un percorso esperienziale ideato dall’artista Carlo Bernardini che guida il visitatore, attraverso un particolare studio delle fibre ottiche che disegnano forme di luce, alla scoperta del prototipo Hyundai KITE, dune buggy elettrico realizzato in scala 1:1, a due posti, che si trasforma in moto d’acqua monoposto. Senza portiere, finestrini e tetto, presenta superfici che si intrecciano in …

24
Mischa Kuball

INSTALLAZIONE SITE SPECIFIC PER IL MUSEO EBRAICO DI BERLINO Due proiettori rotanti gettano sulle pareti e sui soffitti di queste stanze alte 24 metri dei campi di luce che riproducono la silhouette dei Voids, i quali esprimono secondo Kuball “l’impossibilità della rappresentazione”.  Attraverso specchi rotanti e impulsi stroboscopici di luce, le proiezioni suggeriscono una “risonanza …

38
Ganzfeld

L’installazione luminosa di James Turrell sarà visitabile per oltre un anno Il termine tedesco Ganzfeld (in italiano “campo totale”) indica una tecnica di deprivazione sensoriale che descrive il fenomeno della perdita totale di percezione della profondità. Attraverso l’uso controllato della luce, il Ganzfeld crea una stimolazione visiva costante, in grado di interrompere le nostre facoltà …

44
Maurizio Nannucci

What to see what not to see Per Maurizio Nannucci (1939) la luce è sinonimo di percezione, comunicazione sulle modalità di “abitare” i luoghi del pensiero, attraverso cortocircuiti visivi e concettuali, con interventi testuali raffinati. Così è stato fatto a Milano nell’ambito di una mostra personale intitolata What to see what not to see, ospitata …

46
Dan Flavin

Correva l’anno 1996: scompare Dan Flavin, nato a New York nel 1933, tra i protagonisti del Minimalismo americano, dal carattere burbero, solitario, appassionato del costruttivismo russo e della pittura come forma pura, cui la Fondazione Prada a Milano dedicò l’anno successivo una mostra a cura di Germano Celant con la collaborazione della DIA Foundation Beacon …

73
Shay Frisch

L’INVISIBILE SI FA LUCE L’energia, più della luce, è il “campo” di connessioni tra visibile e invisibile, scienza, arte e percezione investigato da Shay Frisch, classe 1963, artista israeliano ed ex industrial designer che, dopo aver frequentato un master alla Domus Academy a Milano nel 1990, ha scelto la luce per dare forma a uno …

41
Silvio Wolf

La ricerca di Silvio Wolf (1952) intorno alle potenzialità espressive, cognitive, percettive e analitiche dell’arte non è una novità per i lettori di LUCE (n.295/2011, “Sulla soglia della percezione. Silvio Wolf al PAC di Milano”), ma l’autore in occasione di una mostra tenuta a settembre del 2016 alla Fondazione Antonio e Carmela Caldera a Vacciago …

21
Cidneon

di Cristina Ferrari Da alcuni giorni e fino al 17 febbraio, Brescia ospita per il secondo anno consecutivo Cidneon – Festival Internazionale delle Luci, che rientra nel circuito di ILO (International Light Festival Organisation), rete mondiale dei più importanti festival di luci con quelli di Gent, Rio de Janeiro, Montreal, Helsinki, Lione, Essen, Gerusalemme, Riga, …

241
Lucio Fontana

Bisogna stabilire una relazione fra la creazione della forma e il luogo dell’esposizione della forma stessa: l’uno comprende l’altro, e con la luce lo spazio che circonda l’oggetto diventa l’opera, lo spettatore al suo centro. Questa premessa dell’opera estesa nello spazio è stata la novità sperimentata da Lucio Fontana (1899, Rosario, Argentina – 1968, Varese, …

25
lo spazio della luce

A quasi cento anni di distanza dalla pubblicazione del libro Verso una Architettura di Le Corbusier dove il grande architetto svizzero parla della dualità della luce come essenziale per la vivibilità dello spazio e per la plasticità della forma architettonica dell’edificio, si è giunti negli ultimi anni a dare la stessa importanza qualitativa a ciò …

67