MAURIZIO NANNUCCI A PARMA 55 lettere in neon blu di vetro di Murano

Leggi di Più

CARLOS CRUZ-DIEZ COLORE COME EVENTO DI SPAZI

Leggi di Più

LUCI D’ARTISTA A TORINO NEL SEGNO DELLA CULTURA ILLUMINATA

Leggi di Più

UniCredit Pavilion

Piazza Gae Aulenti, all’ombra della Cesar Pelli Tower, nel cuore di Porta Nuova a Milano, è un laboratorio di idee e di progettazione dello spazio urbano, vero e prorio freespace dove fa capolino l’UniCredit Pavilion. Inaugurato nel 2015 e firmato da Michele De Lucchi, è illuminato esternamente da una quantità minima di energia per una …

Fondazione Prada

Nove piani di cemento bianco di geometrica bellezza irrorati dalla luce L’Arte “che sale” si vive affrontando la rampa di 300 gradini della Torre bianca della Fondazione Prada: spigolosa ma armonica, firmata Rem Koolhaas e studio OMA, conduce lo spettatore all’ultimo piano, belvedere con vista emozionate sulla Milano che cambia. L’architetto olandese ha sovrapposto un …

Gillo Dorfles

“La luce cambia la vita”, “Troppe immagini”, “Il nostro tempo dipende da noi”, “Troppe informazioni”, “Il fruito è co-autore”: sono alcune frasi di Gillo Dorfles proiettate in via della Spiga a Milano, immersa in una suggestiva luce blu oltremare da una installazione poetica firmata da Marco Nereo Rotelli in occasione della travolgente Design Week 2018, …

Maurizio Nannucci

What to see what not to see Per Maurizio Nannucci (1939) la luce è sinonimo di percezione, comunicazione sulle modalità di “abitare” i luoghi del pensiero, attraverso cortocircuiti visivi e concettuali, con interventi testuali raffinati. Così è stato fatto a Milano nell’ambito di una mostra personale intitolata What to see what not to see, ospitata …

Dan Flavin

Correva l’anno 1996: scompare Dan Flavin, nato a New York nel 1933, tra i protagonisti del Minimalismo americano, dal carattere burbero, solitario, appassionato del costruttivismo russo e della pittura come forma pura, cui la Fondazione Prada a Milano dedicò l’anno successivo una mostra a cura di Germano Celant con la collaborazione della DIA Foundation Beacon …

Silvio Wolf

La ricerca di Silvio Wolf (1952) intorno alle potenzialità espressive, cognitive, percettive e analitiche dell’arte non è una novità per i lettori di LUCE (n.295/2011, “Sulla soglia della percezione. Silvio Wolf al PAC di Milano”), ma l’autore in occasione di una mostra tenuta a settembre del 2016 alla Fondazione Antonio e Carmela Caldera a Vacciago …

Paolo Calafiore

La luce essenza dello spazio, partitura ritmica di tempo e movimento   Lei è un milanese che ha vissuto in Sicilia, quanto ha inciso la luce particolare di quell’isola? Devo ai miei genitori il dono di aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza tra Ragusa e Ibla, l’antico nucleo barocco della città, un dedalo di stradine scalinate …

Lucio Fontana

Bisogna stabilire una relazione fra la creazione della forma e il luogo dell’esposizione della forma stessa: l’uno comprende l’altro, e con la luce lo spazio che circonda l’oggetto diventa l’opera, lo spettatore al suo centro. Questa premessa dell’opera estesa nello spazio è stata la novità sperimentata da Lucio Fontana (1899, Rosario, Argentina – 1968, Varese, …

Maurizio De Caro

Il trattato sull’Architettura come comunicazione umana di Maurizio De Caro che farà molto rumore, e non per nulla! Questo non è un libro e non è un saggio, ma un trattato che muove riflessioni, provocazioni ed esplorazioni filosofiche; schemi di autoriflessione sulle modalità del “sentire” più che del “vedere” o del “costruire”, architettura come prassi …

Roberto Rosso

Roberto Rosso, docente ordinario di Fotografia e direttore della Scuola di Nuove Tecnologie per l’Arte dell’Accademia di Brera a Milano, è pluridecennale sperimentatore del potenziale poetico ed estetico di nuove tecniche digitali che prevedono l’utilizzo della scansione per banco ottico in maniera originale: uno strumento che permette di fotografare un oggetto in movimento, mentre accade, …