CONDIVIDI
Test condotto presso l’Università dell’Arkansas. Photo © Massimo Caiazzo

A CENA CON ITTEN. NULLA È COME APPARE

By Marco Nozza
Pubblicato il
Settembre 2023

Johannes Itten vi invita a cena!

Jules-Alexandre Grün, The End Of Dinner (1913). Photo © Massimo Caiazzo

Annotatevi in agenda per questa sera – 21 settembre 2023 – alle ore 20.00 presso la Comunità Oklahoma in via Costantino Baroni 228 – Milano, l’esperienza multisensoriale curata da Massimo Caiazzo, color designer, e da Fulvio Michelazzi, lighting designer, in collaborazione con Pacta. dei Teatri, IACC – International Association Color Consultant, Design + Sensibile, Comunità Oklaoma Onlus e Festival delle Abilità 2023.
L’evento è promosso da Municipio 5 – Comune di Milano.

Un evento sinestetico, gastronomico, sensoriale e filosofico che vede il pubblico protagonista, ispirato alla cena descritta da Johannes Itten – pittore, architetto, designer, scrittore, docente al Bauhaus – nel suo libro più celebre, l’Arte del Colore (1961):

Cena cromatica con Itten. Photo © Fulvio Michelazzi

“Un industriale invitò a cena un gruppo di ospiti e li accolse in un ambiente carico di invitanti profumi provenienti dalla cucina. Quando però gli invitati si accomodarono alla tavola imbandita con ogni genere di prelibatezza, il padrone di casa accese una luce rossa. La carne si colorò istantaneamente di una bella tinta vivace, apparendo fresca e succosa, ma gli spinaci presero una sfumatura nerastra e le patate divennero rosse. I commensali fecero appena in tempo a sorprendersi che la luce divenne blu facendo apparire l’arrosto stantio, le patate marce e facendo perdere a tutti l’appetito. A quel punto fu accesa una luce gialla, il vino rosso apparve come un olio scuro, i volti divennero giallastri come quelli dei cadaveri e alcune signore particolarmente sensibili abbandonarono di fretta la sala. Nessuno osò assaggiare il cibo, nemmeno un boccone, nonostante tutti avessero compreso che la colpa era soltanto delle luci colorate. A quel punto il padrone di casa riaccese la luce bianca e ritornarono l’appetito e il buonumore.”

La cena è aperta a un massimo di 40 persone, con una grande tavola imbandita e una scenografia per un magico gioco di luci, colori e sapori.

Durante tutto l’evento, grazie all’utilizzo di particolari sorgenti luminose, verrà sequenzialmente modificata la qualità della luce, da bianca a colorata. Ai partecipanti verrà quindi proposto l’esperimento di Johannes Itten ispirato alla cena descritta poc’anzi, opera di questo grande architetto e designer svizzero, che pone l’accento sulla stretta relazione tra colore e gusto e quanto la vista possa influenzare la percezione degli stessi.

Cena cromatica con Itten. Photo © Fulvio Michelazzi

La performance sarà un’insolita esperienza non solo legata ai sensi visivi e gustativi ma anche legate alla percezione sensibile del nostro cervello. Durante la cena i commensali-spettatori, pur consapevoli di mangiare le stesse pietanze, al mutare del colore della luce, le loro papille gustative percepiranno un diverso sapore.

La nostra percezione è il risultato di una convergenza di diversi stimoli sensoriali che, a dispetto di quanto possiamo credere, provoca un’impressione positiva o negativa che risulta determinante nella formulazione del nostro giudizio, definendo la realtà attraverso l’illusione.

Il colore cambia la nostra percezione.

Ad avvalorare questa tesi, Massimo Caiazzo ci racconta uno tra i diversi esperimenti a riguardo: nel 2014, un test condotto presso l’Università dell’Arkansas, ha dimostrato come il blu possa attenuare l’appetito.

Ai 112 partecipanti all’esperimento, divisi in varie stanze illuminate con diverse luci (bianca [a], gialla [b] e blu [c]), non venne servita la cena.

Il mattino seguente, a colazione, nonostante il cibo fosse giudicato da tutti saporito, chi aveva fatto colazione nella stanza con la luce blu aveva mangiato di meno.

L’esito dell’esperimento è determinato dal fatto che il blu, è poco presente in ambito alimentare e sin dalla preistoria ha indicato cibi potenzialmente tossici o deteriorati.

Piccolo spoiler, sempre in riferimento ai toni del blu. Osservate e ascoltate attentamente, una volta accomodati a tavola con gli altri commensali, nel momento in cui l’illuminazione tenderà a quello spettro luminoso: in che modo muterà lo spazio circostante? Fateci caso.

A cena con Itten è un’installazione curata da Massimo Caiazzo e da Fulvio Michelazzi.

Cucina servita dalla Comunità Oklaoma Onlus – Una casa per diventare grandi – Milano.

Piatti di portata realizzati da Ri-Costruzione – La casa del lavoro possibile – Lodi.

Per prenotare e ricevere maggiori informazioni, contattare il numero 02.36503740 e/o [email protected] oppure visitare il sito www.pacta.org

 

CONDIVIDI

Newsletter

STAY UPDATED ON ALL THE NEWS

Resta sempre aggiornato sul mondo della luce. Iscriviti alla nostra Newsletter
LUCEWEB significa tendenze, scenari e innovazione della luce in relazione al design, all’architettura, alle città e all’arte. Una piattaforma editoriale integrata (cartacea, digitale e web) che racconta come la luce influenzi e cambi i luoghi del nostro abitare, la scenografia delle nostre città e migliorare l’ambiente. Ogni giorno pubblichiamo notizie per comunicare e scoprire percorsi inaspettati e sorprendenti in cui la luce è protagonista