PREMIO LUCE 2022


Il direttore della fotografia Pasquale Mari ha ricevuto un premio alla carriera dall’associazione culturale AIDI per il suo contributo al mondo della luce e della cultura nel nostro Paese e nel mondo. Premiati anche Ecomondo e una giovane lighting designer

 

Riconoscere il contributo di grandi uomini della luce per ricordare anche il ruolo fondamentale dell’illuminazione nella vita di ogni giorno è il senso del Premio Luce, promosso e organizzato dall’associazione culturale AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione), giunto alla sua seconda edizione.  Il lighting designer e direttore della fotografia Pasquale Mari ha ricevuto il Premio alla Carriera durante la cerimonia di premiazione di questa seconda edizione che si è svolta a Milano nella bellissima cornice della Sala Barozzi dell’Istituto dei Ciechi. Una figura molto importante per il mondo dell’illuminazione che è stata premiata per il magistrale utilizzo della luce nel panorama cinematografico e teatrale valorizzandola come potente ed efficace linguaggio narrativo e per il suo ruolo fondamentale anche in questo ambito applicativo.

Durante la cerimonia sono stati consegnati anche una “Menzione Speciale” alla manifestazione Ecomondo per il suo importante ruolo di sensibilizzazione culturale, economica e sociale che getta una nuova luce sui temi della green economy e della sostenibilità ambientale, argomenti di vitale importanza per il futuro del nostro Pianeta, e il Premio “Mario Bonomo”, consegnato alla giovane lighting designer Elisa Rocchi, selezionata dall’Associazione per saper ben coniugare creatività e innovazione con un approccio di grande attenzione ai temi del design e dei nuovi paradigmi culturali, sociali e tecnologici.

“Il premio vuole essere – spiega Gian Paolo Roscio presidente di AIDI – un ringraziamento e riconoscimento per chi ha speso tutta la propria carriera lavorativa per promuovere la cultura di questo bellissimo, emozionante e sconfinato elemento che chiamiamo LUCE e, al contempo, si propone di ribadire quanto sia importante la qualità e la valorizzazione delle nostre eccellenze culturali anche come messaggio per le future generazioni. Perché non si può guardare al futuro senza recuperare la nostra memoria storica. E promuovere la cultura della luce, mission principale dell’Associazione che ho l’onore di presiedere, significa anche questo”.

Ai premiati è stato consegnato un oggetto disegnato dal grafico e architetto milanese Mario Piazza realizzato con elementi preziosi come il vetro soffiato, per sottolineare l’elemento materico della luce e del suo necessario dialogo con gli altri materiali, e una pergamena ideata dall’artista Cristiana Fioretti, Direttrice della Scuola di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

La cerimonia è stata anche l’occasione per ricordare i 60° anni della rivista LUCE, edita da AIDI, e il suo direttore Silvano Oldani recentemente scomparso.

L’iniziativa è stata realizzata con il contributo economico di numerose aziende:

Main Sponsor: Arianna, Cariboni Group, Edison Next

Sponsor Gold: A2A Illuminazione Pubblica, ACEA, City Green Light, Gewiss, GMR Enlights, iGuzzini, Iren, Niteko, Signify

Sponsor Silver: AEC, Algorab, Engie, GDS, Litek, Lumeitalia, Neri, Revetec, Schréder, Valtellina

L’ASSOCIAZIONE AIDI

AIDI, Associazione Italiana di Illuminazione, dalla sua fondazione nel 1959, svolge una costante azione di informazione scientifica, tecnica e culturale per la diffusione della conoscenza della luce e delle tematiche connesse al mondo dell’illuminazione.

Presente con le sue sezioni territoriali su tutto il territorio nazionale, AIDI è da sempre ambasciatrice di una moderna cultura della luce italiana, avendo come scopo principale la diffusione della conoscenza di tutti gli aspetti legati all’illuminazione e favorendone lo studio e la ricerca. L’Associazione svolge attività didattica, culturale e di divulgazione; istituisce propri comitati e commissioni di studio; mantiene rapporti con enti, associazioni, centri di ricerca, commissioni nazionali e internazionali che, in Italia o all’estero, svolgono attività direttamente o indirettamente connesse allo sviluppo degli studi e delle applicazioni dell’illuminazione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare Mariella Di Rao, Responsabile comunicazione -– mob. 335 7831042