UNA NUOVA FORMA DI ILLUMINAZIONE E DI RACCONTO


 

Il 17 settembre 2007 non ricordo come fosse il clima, ma per il mondo della luce è stata una giornata luminosa. Alle porte di Vicenza nasceva L&L Luce&Light, un’azienda con un focus preciso: diventare uno dei maggiori player nella progettazione e realizzazione di prodotti con sorgenti LED, tutti ideati e costruiti internamente. E così è stato per i successivi 15 anni e lo sarà anche per i prossimi.

Nelle scorse settimane è stata inaugurata la nuova sede di Dueville, più moderna e adeguata alle attuali dimensioni aziendali, che rappresenta il coronamento di un percorso in cui l’attenzione per i dipendenti è stata messa in primo piano. Il progetto comprende spazi di lavoro, uffici e zone ricreative accoglienti ed efficienti, tutto è stato pensato per creare un ambiente dinamico dove poter esprimere e concretizzare prodotti e progetti. Tra questi un giardino interno è stato pensato per agevolare i momenti di relax e ricaricare la mente dei dipendenti.

La nuova sede è stata progettata non solo per i chi ci lavora, ma vuole essere anche un luogo di incontro per riunioni e test di prodotto con i professionisti della luce, favorendo le condivisioni in spazi ampi e funzionali. Un luogo, come abbiamo avuto modo di vedere durante la visita in ottobre, coinvolgente ed emozionante come solo la buona luce sa fare.

L&L Luce&Light ha previsto per ogni spazio, interno ed esterno, l’impiego di propri apparecchi mostrandone le funzionalità e le capacità espressive “sul campo”. Le famiglie di prodotto a catalogo coprono tutti, o quasi, gli ambienti indoor, outdoor e immersione. Volendo esprimere al meglio le potenzialità e le performance dei prodotti l’azienda ha ideato un progetto di luce unico nel suo genere. Partiamo dagli spazi di connessione, qui gli incassi Combina D sono usati per illuminare i corridoi e gli uffici di rappresentanza, mentre nell’area snack gli stessi incassi sono stati installati con uno speciale filtro ombra che rompe l’omogeneità e dà un effetto di luce filtrata attraverso le foglie degli alberi.

Il lungo camminamento di collegamento che connette gli uffici con la produzione percorre tutto l’open space, questa ambiente è caratterizzato da ampie vetrate affacciate sui reparti produttivi. Le finestrature sono intervallate da applique Intono 2.1 con ottica stretta che, grazie alla finitura bianca, si mimetizzano perfettamente con la parete lasciando intravedere solo l’emissione luminosa.

Con la medesima impostazione è stato illuminato il verde a parete del giardino interno. I quattro di verde verticale sono enfatizzati dall’accostamento di vari apparecchi, quali i proiettori Ginko 1.0, Pivot Mini 1 e i profili lineari a luce diffusa Rio 1. All’intorno, una serie di Intono 4.9, provvisti di cassa audio, consentono la riproduzione combinata di scenari di luce e di playlist musicali grazie a rapidi comandi vocali. Un albero di giuggiole posto al centro del giardino interno è illuminato da Bright 3.G con ottiche orientabili per adattare l’emissione luminosa alla crescita della chioma dell’albero.

 

A conclusione del tour c’è il nuovo showroom, in cui il progetto illuminotecnico è caratterizzato gli da spazi adibiti a diverse funzioni. L’intera area è suddivisa in 4 zone (zona lounge, zona test, zona meeting e camera oscura): nella area lounge il nuovo incasso Quilatero 2.0 in versione wall-washer è stato scelto per illuminare una parete colorata, dove sono presenti anche i profili Trevi a luce diffusa in versione speciale a sospensione e Kora 3.0 mentre i profili Neva 7.1 e Tago 1.0 illuminano la zona adibita ai test degli effetti luminosi degli apparecchi su pareti con texture differenti. Il proiettore a binario Zab Track è stato invece utilizzato nella zona meeting, quest’ultima composta da una platea di posti a sedere per gli incontri di formazione tecnica. Infine, proprio al centro dello showroom, è stata installata una camera oscura, una stanza buia racchiusa da pareti cieche dove testare le ottiche dei vari prodotti.

Per gli esterni, la parete a sinistra dell’ingresso è stata illuminata con incassi Bright 5.H, RGBW, mentre il viale di accesso è definito da una luce d’orientamento con altri incassi Bright 1.B con ottica radiale. Il giardino antistante ha visto l’installazione di paletti Plin, nella versione con emissione luminosa a 360° e testa piana, disposti a piccoli gruppi per creare suggestive macchie di luce. Quella messo a punto da L&L Luce&Light è una nuova idea di illuminazione industriale che coniuga funzionalità, estetica e racconto.