GEWISS Academy, con “Un progetto di classe” premia il nuovo concetto di Casa smart sostenibile


La IX edizione di “Un Progetto di Classe”, il concorso nazionale per gli istituti professionali a indirizzo elettrotecnico ideato e bandito da Gewiss Academy, si è conclusa con la proclamazione dei vincitori di quest’anno. I premiati sono 5 Istituti professionali per il concorso che ha avuto luogo su tutto il territorio nazionale. 

Questa edizione è stata dedicata alla rivalutazione in chiave sostenibile degli spazi domestici, della casa che in questi tempi recenti è diventata “multi-tasking”, dove si svolgono oltre alle attività di vita familiare e di svago, spesso anche quelle di lavoro e scuola.

Per queste motivazioni, il Concorso Scuole di Gewiss ha proposto alle classi partecipanti di riconsiderare la casa come luogo multifunzionale e adattabile, ma anche sostenibile, efficiente, smart, confortevole e bella, attraverso un corretto utilizzo delle risorse, capace di tenere conto, nel ripensare gli spazi con creativo ingegno e immaginazione, delle diverse necessità dei suoi abitanti. “Le normative, gli incentivi statali, le nuove tecnologie orientano verso una casa smart che sappia ottimizzare le risorse e bilanciarle con profitto, non solo per gli abitanti della casa…” 

Il concorso è nato per valorizzare e divulgare, già a livello scolastico, le buone pratiche della progettazione elettrica e illuminotecnica attraverso l’uso di software professionali e nel rispetto delle normative. Per gli studenti è stata un’occasione per provare a progettare lo spazio abitativo contemporaneo collocandolo in “un circolo virtuoso” con l’ambiente in cui è inserito. I partecipanti hanno riprogettato le case dal punto di vista elettrico e illuminotecnico, con uno sguardo creativo e funzionale, ponendo particolare attenzione alla qualità della vita e all’efficientamento energetico. 

Il responsabile di Gewiss Academy Marco Allegri spiega come la “Tematica chiave” di questa edizione è stata la “Sostenibilità”: “Quelle che abbiamo chiesto di progettare ai ragazzi sono case efficienti, smart e flessibili, ma soprattutto sostenibili. Capaci cioè di rispondere a esigenze di inclusività, abitabilità (con particolare attenzione al work life balance) ed efficientamento energetico (puntando all’obiettivo NZEB – Near Zero Energy Building, in accordo con il protocollo ONU per lo sviluppo del pianeta). Insomma”, continua Allegri, “il nostro intento era quello di proporre una progettazione abile nel coniugare efficienza, tecnologia e vivibilità. In una perseverante ricerca di spazi di bellezza che diano valore ai luoghi che abitiamo e, di conseguenza, alla nostra stessa vita”.

In questa nona edizione hanno partecipato 80 classi di Istituti Professionali italiani per un totale di 1300 studenti iscritti, che si sono impegnati nella progettazione realistica di una casa sostenibile,  per meglio rispondere alle esigenze odierne di chi le  abita. La partecipazione prevedeva la progettazione degli spazi e degli impianti elettrici ed illuminotecnici di uno dei seguenti spazi abitativi, a scelta: edificio bifamiliare, piccolo condominio, villa singola con giardino. A queste si affiancavano tre categorie speciali: New Technology, Sostenibilità e Plastico.

Gli studenti sono stati invitati ad approfondire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) definiti e adottati da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Una giuria di esperti del settore elettrico e illuminotecnico ha valutato i progetti presentati dalle scuole, e ha decretato 5 classi vincitrici tenendo conto della varietà di software utilizzati, della completezza e chiarezza della documentazione fornita, della semplicità ed economicità delle soluzioni e dell’assenza di errori formali. 

La cerimonia di premiazione con la proclamazione dei vincitori si è svolta all’interno del nuovo Gewiss Experience Center, nella sede centrale dell’azienda. Nel corso dell’evento gli studenti hanno presentato il proprio progetto e spiegato il loro approccio strategico e relativi dettagli tecnici.  

Ecco gli Istituti premiati provenienti da tutto il territorio italiano:

IPSIA GUASTAFERRO di S. Benedetto del Tronto (AP) nella categoria speciale “New Technology”, 

CFP ZANARDELLI di Villanuova sul Clisi (BS) nella categoria “Villa singola con giardino”, 

Ipsia Garelli di Mondovì (CN) nella categoria speciale “Sostenibilità”, 

ITT Panella – Vallauri di Reggio Calabria nella categoria “Piccolo Condominio” 

I.T.I.S. Magistri Cumacini di Como nella categoria speciale “Plastico”.

I premiati delle categorie “Villa singola con giardino” e “Piccolo Condominio”, si sono aggiudicati un Pannello Didattico KNX e un tutorial per il software ETS5.

Ad ogni classe vincitrice nelle “categorie speciali” (New Technology, Sostenibilità e Plastico) sono andati 5 set individuali per l’insegnamento della domotica, 20 copie del “Manuale dell’Installatore Domotico KNX” e 25 copie del manuale “Dali 2”

“Siamo molto soddisfatti della partecipazione numerosa di questa IX edizione,” aggiunge Allegri, “Il concorso rappresenta un’opportunità che vogliamo dare ai giovani per sperimentare e affrontare nuove sfide e potersi, così, mettere in gioco in un progetto che richiede conoscenza e preparazione. Per le sue peculiarità,” conclude, “Un Progetto di Classe si integra molto bene con il percorso formativo delle classi coinvolte: i docenti possono infatti utilizzare il concorso per approfondire in maniera più dettagliata e stimolante i diversi aspetti del programma ministeriale. Allo stesso tempo, la parte di progettazione apre ampie possibilità per gli studenti, che possono immedesimarsi in un caso reale, imparare i ruoli in un team di lavoro e acquisire competenze tecniche di alto livello”.

GEWISS Academy, oltre al concorso scuole “Un progetto di classe” per studenti di elettrotecnica di tutta Italia, rivolge particolare attenzione alle nuove generazioni con il progetto Education: Kit E Strumenti per l’insegnamento della domotica nelle scuole e manuali tecnici illustrati.

 Nelle parole di Domenico Bosatelli, Presidente Onorario e fondatore di Gewiss “Innovare significa saper trasformare i problemi in soluzioni. Non vuol dire inventare l’inedito a tutti i costi, ma piuttosto introdurre un cambiamento che puo’ realizzarsi solo attraverso la competenza, l’entusiasmo e l’esperienza di un gruppo affiatato e coeso. Questa è la nostra idea di innovazione. Un’idea strettamente legata al concetto di valore, da intendersi sia in termini economici che sociali. Perché il cambiamento passa dalle nostre aspirazioni, ma soprattutto dalle nostre azioni e dagli effetti positivi che ne derivano”

Tutte le informazioni su “Un Progetto di Classe” si possono trovare nel sito ufficiale di Gewiss Academy: https://academy.gewiss.com.