SENTIRE E DIRE LA LUCE: SCIENZA, SCENA, POESIA, PAESAGGIO (27-28 APRILE 2022)


L’iniziativa, a cura di Cristina Grazioli, DiSLL – Università degli Studi di Padova, con il supporto organizzativo di Beatrice Marra, prevede un incontro su neuroscienze, luceterapia e cronoterapia; un seminario di percezione e conoscenzadella luce negli spazi del Teatro Accademico e nei luoghi aperti lungo le mura di Castelfranco Veneto, dove i partecipanti saranno guidati da uno specialista della luce in scena (ma anche della luce “nella scena del mondo”) e saranno invitati a “catturare” la luce, scattando foto o girando brevissimi video. Vi sarà quindi un momento di confronto collettivo sugli “esercizi” svolti e, infine, un’azione performativa (in due tempi) che coniuga poesia, ascolto e performance.

In questa interessante e bella iniziativa, come sempre quelle di Grazioli, si inseriscono un incontro che prende spunto dalla pubblicazione del volume Dire Luce. Una riflessione a due voci sulla luce in scena, guidato da un architetto e light designer, e la presentazione di alcuni esiti del progetto Dire Luce. Le parole e le cose che illuminano la scena, lessico della luce in scena e nelle arti contigue.

Il progetto Sentire e dire la luce: scienza, scena, poesia, paesaggio vuole portare l’attenzione sui fenomeni luminosi tramite appuntamenti che vedono dialogare un pubblico ampio e diversificato con studiosi/e, artisti/e e professionisti/e.
Il presupposto è che la chiave di accesso al “discorso” sulla luce nelle arti siano le esperienze della luce in ambiti più vasti e insieme legate al vissuto quotidiano: la scienza, il paesaggio, il giardino.

Le due giornate di appuntamenti si terranno nella cornice del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari a Padova (Complesso Beato Pellegrino), del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto e degli spazi verdi lungo le mura della stessa città. Parte integrante delle giornate la presentazione di un volume presso la Libreria Mazehual a Padova. Media Partner la rivista LUCE.

Mercoledì 27 aprile 2022

Padova – Libreria Mazehual (via Beato Pellegrino 37)

16.00

Presentazione del volume Dire Luce. Una riflessione a due voci sulla luce in scena, di Cristina Grazioli e Pasquale Mari, Cuepress, 2021.
Presenta Alberto Pasetti Bombardella, Architetto e Lighting designer, in dialogo con gli autori.

Chiostro della Magnolia del Dipartimento DiSll (via Beato Pellegrino, 32)

18.00 – 19.30

La cameriera di Poesia, performance partecipativa di e con Claudia Fabris, condurrà i suoi ospiti in un viaggio poetico e visivo su luce e ombra attraverso il progetto fotografico Hombre, la rivelazione della luce.

Giovedì 28 aprile 2022

Castelfranco Veneto – Teatro Accademico

9.45

10.00


11.30

12.00

13.00

14.30

15.00


16.00 – 17.15

Saluti e breve introduzione

Il ritmo della vita. Neuroscienze della luce e del buio nel benessere e nella malattia.
Francesco Benedetti, Università Vita-Salute San Raffaele, Milano

Introduzione alla storia del Teatro Accademico e alla sua luce, con Carlo Simioni

Pasquale Mari, Disegnatore Luci, Ascoltare e sentire luce

Pausa

Momento di discussione collettiva sui fenomeni luminosi registrati con Pasquale Mari

Alberto Pasetti Bombardella, Architetto e Lighting Designer, Il museo in scena. Il rapporto tra l’osservatore e l’Arte mediato dalla regia luminosa.

Cristina Grazioli, presentazione delle attività del progetto Dire Luce. Le parole e le cose che illuminano la scena, insieme al lessico della luce (direluce.sciami.com)

Giardini delle mura di Castelfranco Veneto

17.30 -19.30

La cameriera di Poesia, performance partecipativa di e con Claudia Fabris, condurrà i suoi ospiti in un viaggio poetico e visivo su luce e ombra attraverso il progetto fotografico Hombre, la rivelazione della luce.

Per informazioni e iscrizioni scrivere a [email protected]