AURELIA, UNA LUMINOSA BOLLA DI VETRO FIRMATA PATRICK JOUIN


Lampada Aurelia

Prosegue con successo la collaborazione tra il designer francese Patrick Jouin e l’azienda italiana di lampade Leucos – acquisita nel 2019 da Abramo Manfrotto, titolare di Clann e dell’azienda di strutture espositive per il retail Alu –, che ha dato vita a collezioni di eleganti lampade, in cui la creatività e i materiali sono sempre fonte di innovazione. 

“Una nuova silhouette semplice e archetipica” come la descrive Patrick Jouin è ciò che contraddistingue la collezione Aurelia: una grande bolla in vetro soffiato a mano di Murano, trasparente o grigio fumo, abbinata a una struttura metallica in ottone vintage rifinito a mano, canna di fucile opaco o bianco caldo lucido. Due forme di due dimensioni e sei combinazioni di colore tra vetro e struttura con rosone coordinato in tinta. “Tra i designer con cui abbiamo attive collaborazioni da molto tempo, per il nuovo corso di Leucos abbiamo voluto che fosse Patrick Jouin a firmare la prima lampada, perché eravamo sicuri che ci avrebbe garantito un progetto nuovo dove il vetro è il materiale caratterizzante e l’eleganza la cifra stilistica” afferma Manfrotto.

Aurelia, design Patrick Jouin

Il designer – già Compasso d’Oro nel 2011 –, è tra i volti più noti nel panorama del design industriale, soprattutto quando applicato alle arti decorative. Molte delle sue creazioni sono nelle collezioni permanenti dei musei di tutto il mondo – tra cui la collezione “Solid” al MOMA, del 2004, la prima serie di mobili in dimensioni reali realizzati con la tecnologia della stampa 3D – e ha aperto, con il suo socio Sanjit Manku, lo studio Jouin Manku nel 2006.

Per questa collezione di luci, ha sfruttato l’esperienza di Leucos combinando la tecnologia d’illuminazione Led all’avanguardia con la maestria della vetreria veneziana. Innovazione e tradizione, come due inclinazioni opposte che si uniscono. Da un lato, un pezzo di vetro soffiato a mano di notevoli dimensioni, che scende verso il basso, richiama tutte le qualità dell’artigianato muranese. Dall’altro, il cono in metallo si alza verso l’alto verso il suo ancoraggio al soffitto come espressione di solida consistenza. 

La sua struttura metallica ospita tutte le parti funzionanti della luce dimmerabile, comprese due sorgenti luminose a LED integrate, una diretta attraverso il cono di alluminio, una indiretta attraverso la bolla di vetro. 

LEUCOS – Nata nel 1962 a Venezia, Leucos è un riferimento nel campo dell’illuminazione decorativa; da sempre ha creato lampade in vetro soffiato a mano attivando importanti collaborazioni con designer e architetti – Matteo Thun, Massimo Iosa Ghini, Toso e Massari, Ikka Suppanen, Rockwell Group, solo per citarne alcuni – per progetti residenziali e contract innovativi. Un’azienda capace di coniugare l’artigianato del vetro con i processi industriali e le moderne tecnologie.