L’INTELLIGENZA TECNICA DELL’ALBINOLEFFE STADIUM, UN ESEMPIO DA SEGUIRE


AlbinoLeffe
Ph. Gianni Canali - Caleidostudio

Sul territorio di Zanica, a pochi km da Bergamo e al centro del nuovo AlbinoLeffe Campus, ha preso vita AlbinoLeffe Stadium: un centro sportivo pioniere nel suo genere per la tecnologia smart impiegata, che coinvolge illuminazione a risparmio energetico e sfrutta energia da fonti sostenibili.

ll concept dell’impianto è stato sviluppato dallo studio spagnolo di architettura e paesaggio Batlleiroig – già autore dello stadio “Johan Cruijff” di Barcellona, dove gioca la squadra B e quella femminile catalana – ed è improntato alla sostenibilità: usa l’energia geotermica per il riscaldamento, quindi senza produrre CO2, recuperando anche le acque piovane per l’irrigazione delle ampie aree verdi.

Questo nuovo impianto della società bergamasca, iscritta al campionato di Lega PRO – Lega Italiana Calcio Professionistico, nata nel 1958 come Fondazione della Lega Nazionale Semiprofessionisti, rinominata poi nel 1987 Lega Professionisti Serie C per arrivare infine al nome odierno creato nel 2009 –, è, di fatto, il primo di proprietà privata che milita in questa serie, voluto fortemente dal presidente dell’Unione Calcio AlbinoLeffe Gianfranco Andreoletti.

Lo scorso 21 dicembre 2021 si è giocato il primo incontro casalingo della squadra bluceleste, nel girone di ritorno della stagione sportiva, contro la Pro Patria di Busto Arsizio. Il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha così commentato: “Una data da ricordare, questa prima partita di calcio in uno stadio di proprietà privato della Serie C”.

  • AlbinoLeffe
  • AlbinoLeffe

Entrando nel merito tecnico delle soluzioni tecnologiche impiegate, sappiamo che AlbinoLeffe Stadium è illuminato (dal terreno di gioco alla tribuna, fino al piazzale e ai parcheggi circostanti, al cui interno è stato mantenuto un laghetto artificiale) con tecnologia GEWISS, che ha fornito anche i sistemi per l’impianto elettrico in bassa tensione della struttura, tra cui tutti i quadri di distribuzione dell’energia, le soluzioni per la Building automation, lo Smart metering e le unità JOINON per la ricarica dei veicoli elettrici.

“Come GEWISS abbiamo sposato con entusiasmo l’idea del presidente Andreoletti”, commenta Marco Ceudek, Vertical Market Manager – Sport di GEWISS, “ovvero costruire uno stadio d’avanguardia, evoluto e ampliabile nel tempo. Per l’illuminazione del campo da gioco abbiamo scelto, valutando le ore di utilizzo dello stesso, una tecnologia a scarica, con un’infrastruttura di torri faro che valorizza tutto il complesso. Per gli ambienti interni, invece, abbiamo optato per soluzioni di Smart Lighting con plafoniere Smart[3] DALI, installate sia in soluzione singola che in linea continua, e con la gamma Elia, i cui apparecchi sono stati collocati negli spazi adibiti ad uffici. L’intero impianto è gestito con un sistema di controllo KNX, che contribuisce a rendere gli spazi confortevoli e a basso impatto energetico”.

Il nuovo stadio offre una tribuna per 1.791 spettatori – di cui 1.147 locali, 513 ospiti, 10 postazioni VIP e 31 postazioni media – che comprende sia la parte esterna, con due piani distinti di spalti, sia una parte interna, che ospita spogliatoi, aree ristoro, locali tecnici con postazioni specifiche per le riprese televisive e per il personale addetto, aree stampa, infermerie e altri locali di servizio dedicati alle squadre.

Entrambi i livelli esterni sono illuminati con proiettori Led della gamma Smart[PRO] 2.0 da 1 e 2 moduli, dotati di sorgenti LED CSP ed equipaggiati con specifici Kit frangiluce, che consentono ottima visibilità e comfort visivo a spettatori e operatori.

  • AlbinoLeffe
  • AlbinoLeffe

Per il campo da gioco sono stati utilizzati i proiettori ad alta potenza Colosseum a 2.000W, che consentono di ottenere 1.200 Lux medi verticali su telecamere fisse e 800 lux verticali in altre direzioni. Tali caratteristiche rendono l’impianto omologabile per incontri di Lega Serie B con la presenza di riprese televisive. La squadra GEWISS e Digital Sport Innovation, oltre a fornire i singoli apparecchi, ha contribuito anche a realizzare il progetto illuminotecnico e ad eseguire il servizio per il puntamento dei proiettori sulle torri.

L’area parcheggi infine è stata dotata di apparecchi stradali Led con palo estetico della serie, per dare luce ai circa 12mila mq di posti per auto, le cui versioni elettriche possono essere anche rifornite da 4 colonnine I-ON di JOINON, due a ricarica rapida da 22 kW e due da 7,5 kW. Il perimetro del laghetto artificiale è stato poi illuminato con apparecchi d’arredo urbano a Led Trilight.

Simone Farina, segretario e direttore generale dell’U.C. AlbinoLeffe, in conclusione commenta: “AlbinoLeffe e GEWISS sono accomunate dallo stesso forte legame con il territorio di appartenenza, al quale cercano assieme di offrire, attraverso un impianto innovativo, uno sbocco formativo e sociale di livello, con grande attenzione verso la crescita dei giovani”.