DIAMO NOTIZIA DI QUESTA BELLA NOTIZIA


DONA ACQUA, DONA DOLCEZZA

Portare dieci milioni di litri di acqua sicura a chi ne ha bisogno”: questo l’obiettivo ambizioso che Oxfam (Oxford committee for Famine Relief) – organizzazione umanitaria nata in Gran Bretagna nel lontano 1942 per portare cibo alle donne e ai bambini greci stremati dalla guerra – che da allora si dedica alla riduzione della povertà globale attraverso progetti di sviluppo e aiuti umanitari, lancia insieme a COIN spa attraverso il nuovo progetto natalizio “DONA ACQUA, DONA DOLCEZZA”. 

Portare acqua nei Paesi colpiti dalle più gravi crisi umanitarie è un impegno di tutti perché lo sappiamo che nel mondo una persona su tre non può usufruire di fonti di acqua sicura per bere o lavarsi. Prima della pandemia, la carenza di acqua uccideva ogni anno circa 830 mila persone, costrette a bere e lavarsi con acqua sporca o contaminata, e portava 800 bambini sotto i 5 anni ad ammalarsi ogni giorno.

Un’iniziativa importante, non l’unica in Italia che il mondo dell’associazione e delle nostre piccole, medie e grandi imprese italiane promuovono a sostegno di progetti umanitari e soprattutto di aiuto allo sviluppo nei territori più colpiti e bisognosi di aiuto, assistenza e pratiche sostenibili e tecnologie volte a sostenere la parte più vulnerabile del nostro mondo. 

Novità assoluta di quest’anno il panettone Coin per Oxfam: speciale panettone realizzato dai maestri pasticceri Vergani, racchiuso in una originale confezione a tamburello ideata dal food mentor e divulgatore scientifico Marco Bianchi Rossella Migliaccio, imprenditrice e fondatrice dell’Italian Image Institute, il primo istituto in Italia del settore, e autrice di due libri, Armocromia e Forme, editi da Vallardi.

“Siamo felici di avere ancora al nostro fianco Coin, un partner storico con cui abbiamo raggiunto negli anni importanti risultati e aiutato centinaia di famiglie. Questo Natale – ha detto Marta Pieri, Head of Corporate Partnership di Oxfam Italia – gli sforzi si concentrano nel portare acqua pulita e sicura nei Paesi colpiti da emergenze umanitarie protratte come lo Yemen, la Siria, Gaza. Paesi dove in assenza di vaccini, cure mediche, strumenti di protezione e possibilità di distanziamento, posti negli ospedali e capacità di tracciare i contagi, l’unico strumento per difendersi dal coronavirus, oltre che da malattie come il colera, è aver accesso ad acqua pulita e servizi igienico-sanitari. Insieme a Coin vogliamo raggiungere quante più persone possibile, a partire dai bambini, che soffrono più di tutti gli altri, e dalle donne, le prime a provvedere al fabbisogno della famiglia, spesso costrette a lunghi tragitti quotidiani per procurare quel minimo di acqua pulita necessaria. Di fronte a tutto questo, ogni donazione potrà fare la differenza”.

Per Monica Gagliardi, Direttore Marketing e Digital Transformation di Coin SpA,“Una partnership ormai consolidata che sottolinea una volta di più l’attenzione per i temi sociali che da sempre ci contraddistingue. Quanto accaduto negli ultimi due anni ha scosso profondamente il mondo: ancora di più ora siamo chiamati a dare un segnale importante, dando un contributo a sostegno delle fasce di popolazione più deboli”.

 Fino a Natale sarà possibile offrire il proprio contributo attraverso tre modalità:

  • acquistando il panettone Coin per Oxfam nei negozi Coin e nelle boutique coin.it
  • incontrando i volontari Oxfam presenti negli store Coin di tutta Italia dal 26 novembre fino a Natale; 
  • online, sulla pagina Oxfam dedicata al progetto (oxfam.it/coin)