Il futuro delle Smart City passa dallo spazio


latitudo 40

A Ecomondo – KeyEnergy una piattaforma di Urban Data Analytics per prendere decisioni sostenibili e migliorare la qualità della vita delle persone

Il team di Latitudo 40azienda napoletana fondato nel 2017 da 4 esperti del settore spaziale: Gaetano Volpe, Mauro Manente, Vincenzo Vecchio e Donato Amitrano, sarà presente da domani 26 ottobre a Ecomondo – KeyEnergy alla Fiera di Rimini, insieme al Cluster SmartCommunitiesTech della Fondazione Torino Wireless, all’interno dell’area speciale Sustainable City, dedicata alle soluzioni e alle tecnologie per la città intelligente e sostenibile. 

latitudine 40

Azienda, con un team muldidisciplinare giovane e brillante di oltre dieci persone, che propone una piattaforma per il decision making basata sul rilevamento di dati satellitari e algoritmi di AI/ML, e che sta lavorando a modelli di analisi e previsione per nuovi sistemi di monitoraggio urbano che sfruttino le immagini satellitari e l’intelligenza artificiale insieme al Machine Learning.


Trovare una soluzione per migliorare la sostenibilità delle città non è più un’opzione rimandabile, potrebbe essere il loro motto. 

 “Per creare città intelligenti, sostenibili e inclusive – spiega Gaetano Volpe, CEO di Latitudo 40 – è necessario avere a disposizione dati storici e di monitoraggio continuo. Attraverso un facile accesso all’elaborazione di immagini satellitari e con l’uso di algoritmi di analisi e classificazione, sviluppati nei nostri laboratori di R&D, siamo in grado di fornire informazioni dirette per migliorare la vita dei cittadini, guardando le città dallo spazio”.

La “fotografia” del pianeta Terra ormai da tempo l’abbiamo tutti sotto gli occhi. Oggi la popolazione mondiale è di circa 7,4 miliardi di persone, quasi la metà – 3,6 miliardi – vive nelle città, anche se 10 anni fa la quota della popolazione urbana era solo il 35% circa. A un tasso di urbanizzazione così alto diventa sempre più difficile gestire i servizi ai cittadini. E non solo. Il 90% delle aree urbane è estremamente vulnerabile ad inquinamento, inondazioni e bombe di calore: questi fenomeni, sempre più diffusi, causeranno nel 2050 un costo annuale di 1000 miliardi di dollari.

latitudo 40

Latitudo 40 propone una piattaforma di Urban Data Analytics che permetta di prendere le migliori decisioni in termini di paradigma ESG (environmental, social and governance) e migliorare la qualità della vita delle persone.

“Ogni giorno – aggiunge Volpe – mettiamo la nostra passione nella creazione di nuovi strumenti che permettano alle persone di monitorare qualsiasi luogo sul nostro pianeta, con le semplici competenze e conoscenze necessarie per leggere una mail o pubblicare le tue foto sui social network”.

Con tutte queste informazioni sarà poi possibile prendere decisioni migliori e in tempo reale per supportare le attività e avere un impatto positivo nei flussi di lavoro di aziende e persone. Dal monitoraggio delle infrastrutture all’agricoltura di precisione, dalla pianificazione urbana alla risposta alle emergenze, abbiamo creato la piattaforma più semplice e veloce per trasformare le immagini satellitari in informazioni geospaziali per supportare le decisioni quotidiane e ridurre l’impatto del Climate Change

latitudo 40

Gli investitori americani di Expert Dojo hanno creduto in questa giovane azienda napoletana e nel suo modello di sviluppo di business e tecnologico. E recentemente Latitudo 40 è stata indicata da ESA come una delle top 6 startup nel downstream sector EO. E da poco ha ricevuto il premio AIFI Venture UP.