PANZERI ESPLORA LA COMPLESSA DIALETTICA TRA TECNICA ED ESTETICA


la forma della luce

Martedì 26 ottobre, ore 18,00, negli spazi della Listone Giordano Arena a Milano, Panzeri presenterà, in collaborazione con Isplora, questa sua ricerca/lezione in cui sono esplorate le dimensioni luminose attraverso un percorso conoscitivo capace di approfondire nuove tecnologie, sistemi e innovazioni, applicazioni e installazioni.

Il film attraversa l’effimero, nel tentativo di immaginare la modellazione della luce all’interno di un processo culturale, un percorso immersivo, in cui la luce dà forma e dimensione allo spazio, svelando o amplificando ombre, pieni e vuoti.

L’architetto Maurizio De Caro – docente di Teoria ed Estetica della Progettazione presso la LABA di Brescia e direttore per la cultura del progetto di Panzeri – condurrà l’osservatore nell’esplorare la complessa dialettica tra tecnica ed estetica che si pone come interpretazione dei bisogni e delle necessità di una società in continuo cambiamento.

Luce come elemento dell’architettura, come frammento invisibile della materia che nasce da un processo di produzione industriale tra tecnologia e patrimonio, producendo un’etica del prodotto illuminotecnico capace di perdurare nel tempo.

Luce come sperimentazione tecnologica in equilibrio fra tradizione e innovazione, tra programmazione e analisi, quale componente essenziale della costruzione di ogni tipologia di spazio, dall’interno all’esterno, fin dalla sua ideazione.

Lungo questo percorso formativo, il progetto della luce artificiale illustra i temi e le fasi che stanno dietro all’ideazione dei corpi illuminanti, le persone e le competenze, la materia viva e la tecnologia applicata. Muoversi tra le lampade e gli apparecchi luminosi, mostrando forme e strutture, materiali e tecnologie, fa emergere il progetto della luce, l’essenza del “fare luce”, un patrimonio condiviso per la casa e per la città.

Obiettivi formativi del progetto

  • esplorare la luce come materia del progetto, ponendo particolare attenzione alle soluzioni progettuali nella definizione dello spazio interno ed esterno;
  • mostrare la parte culturale e umanistica della sperimentazione sulla luce, esplorando quella artificiale come paradigma dell’interpretazione dei cambiamenti della società, attraversando la storia delle innovazioni luminose, dal filamento in tungsteno al Led;
  • approfondire soluzioni tecniche e tecnologie applicative per gli apparecchi luminosi, tra funzionalità ed estetica, nell’interesse del benessere dell’utente, dai parametri d’illuminamento e comfort visivo-ambientale;
  • illustrare le fasi del concept e della realizzazione dei corpi illuminanti, lavorazioni, verniciature e finiture, caratteristiche tecniche, parametri prestazionali.

“La Forma della Luce”
Listone Giordano Arena
via Santa Cecilia, 6 – Milano