VENICE DESIGN WEEK 2021 INSULA_DEI LUMINARI A CA’ D’ORO


Insula_dei Luminari
Insula_dei Luminari, a cura degli arch. Stevan Tesic e Milena Veljkovic, presso la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ D’Oro

In occasione della XII edizione Venice Design Week 2021, fino al 17 ottobre, la mostra Insula_dei Luminari, a cura degli architetti Stevan Tesic e Milena Veljkovic, presso la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ D’Oro, palazzo affacciato sul Canal Grande tra i migliori esempi dell’architettura veneziana, un tempo ricoperto con finiture d’oro. E scrigno di splendide opere d’arte antica raccolte da Giorgio Franchetti in anni e anni di ricerche tra cui la Venere allo specchio di Tiziano, o il capolavoro del Mantegna San Sebastiano, e Tiziano, Tintoretto, Guardi, o i fiamminghi van Eyck e van Dyck,  Paul Brill oltre a collezioni di arazzi, tappeti, ceramiche e altre meraviglie. Collezione donata allo Stato nel 1916. Mentre il nipote Giorgio Franchetti, stesso nome del nonno e uno dei maggiori collezionisti di arte contemporanea, deceduto nel 2006, collezionò opere di Mario Schifano, Franco Angeli, Mimmo Rotella, Cy Twombly, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Alighiero Boetti, Pascali, Gino De Dominicis, Fabro, Luigi Ontani e altri grandi artisti degli anni Sessanta. Nel 2013 le opere collezionate dal nonno Giorgio e dal nipote Giorgio furono per la prima volta riunite a Ca’ D’oro in una memorabile mostra in occasione della 55.Biennale d’Arte di Venezia.

  • Insula_dei Luminari

Oggi è un museo statale, curato dalla Soprintendenza per il Polo Museale Veneziano, che apre le porte a Design per tutti, tema intorno al quale la settimana dedicata al design chiede di riflettere a visitatori, partecipanti, designers e aziende con uno sguardo a progetti innovativi e una corretta attenzione alla salvaguardia dell’ambiente. 

Il progetto supporta “Ospiti in Galleria”, iniziativa del polo museale di Venezia per valorizzare le bellissime e preziose opere di Ca’ D’Oro e include la possibilità di visitare anche la mostra in corso  Canaletto incontra Guardi. 


L’installazione “Insula_ dei Luminari“, ideata dallo studio di_archon associati, tra le opere del Museo Ca’ d’Oro esposte alle pareti, nasce con l’intenzione di sperimentare la condizione di “immutabile imparità tra spazio e tempo indagando quanto questa supremazia prestabilita possa essere messa in dubbio attraverso l’azione, la presenza della luce e dell’ombra, del suono e delle parole” spiega l’architetto Tesic. L’opera è completata dall’intervento musicale al flauto di Jakub Kydlíček Lucente Stella (Codex Rossi) e da un testo di Isidora Tesic, giovane poetessa e scrittrice di talento.

Insula_dei Luminari

La luce emanata dai Luminari amplifica le presenze anche negli spazi vuoti e “l’ombra attenua le formele mette in dubbio, sottrae e le espande“. Tesic e Veljkovic hanno inserito nello spazio museale alcuni oggetti illuminanti – i Luminari, che, spiegano_ “sono emanazioni luminose in una sequenza spaziale quasi musicale, di implicita ma silente teatralità in attesa dei visitatori, dei quali sono un’astrazione e una prefigurazione”. Sono tre le luci che che animano ognuno dei Luminariil loro nome: Luce a Terra_del PoggiareLuce sul Volto_del Vedere; Luce da un pozzo metaforico_del Riconoscersi.

Insula_dei Luminari

Nei loro progetti coesistono sempre elementi e presupposti culturali che esprimono la complessità del loro doppio corso di ideazione in architettura, arte e design; e la loro ricerca e produzione creativa si evolve in relazione a varie scale e contesti di applicazione nei campi del design: da quello urbano, architettonico all’artistico, trovando terreno ideale nelle idee storiche e culturali dell’avanguardia in architettura e arte del XX secolo. 

Galleria Franchetti, Ca’ D’Oro, Cannaregio, 3932 Venezia, fino al 17 ottobre 2021