PROGETTARE IL PROGETTISTA APPUNTAMENTO APIL 2021


APIL, Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione, ha organizzato la II edizione 2021 della conferenza giunta alla ottava edizione, dedicata all’Innovazione dei sistemi di gestione nella progettazione della Luce, che si terrà su piattaforma online il prossimo 28 settembre.

APIL, fondata nel 1998, è una associazione impegnata a riconoscere sul territorio italiano la figura professionale del lighting designer come avviene già da anni in altri Paesi europei; diversi gli obiettivi, alcuni anche ardui come rendere obbligatorio il progetto illuminotecnico e che l’opera 

ponte illuminato

sia eseguita in modo conforme allo stesso e alle regole della buona tecnica. Una “tecnica” multidisciplinare per una materia che necessita di padronanza tecnologica e sensibilità creativa, estetica e autocritica, visioni e amore per l’ambiente, comfort per chi vive la luce nello spazio architettonico, sia esso la propria casa che l’ambiente di lavoro. In poche parole, arte della luce, per creare la “luce dei bisogni”, quella che vorremmo vedere sempre ma non vediamo sempre negli spazi pubblici, nelle nostre città, nei musei o negli ospedali. Ma passi avanti frutto di confronto e dialoghi continui tra il mondo della luce italiana, da APIL ad AIDI, da ASSIL a ASSOLUCE, da Sovrintendenze ad ANCI, si stanno vedendo da tempo forse perché più consapevoli che le opportunità di crescita di tutto il settore si raggiungono facendo squadra in un Paese come il nostro dove già alla luce splendida del suo paesaggio non può che accompagnarsi altrettanta preziosa luce creativa del lighting designer. 

Gli annuali appuntamenti delle conferenze di APIL hanno l’obiettivo di affrontare temi importanti se non determinanti per il settore illuminotecnico e per la professione. In questa II edizione 2021 sarà affrontato con autorevoli ospiti lighting designers un tema di particolare attualità vista la diffusione, spiegano in APIL, dei nuovi standard di progettazione, “che si pongono come obiettivo primario l’integrazione con le esigenze dell’utente finale, che deve fruire degli spazi dell’architettura con il massimo comfort e benessere possibili”. 

hotel illuminato

Aprirà la prima parte dell’incontro, ore 14.30, dal titolo Il linguaggio della luce in architettura, il presidente di APIL Pietro Palladino. 

Seguirà l’intervento di Francesca Storaro, dal titolo I sistemi di gestione dal cinema all’architettura. 

La seconda parte, ore 16:00, moderata da Andrea Ingrosso, e dal titolo Il cliente chiede un’idea o una tecnica? vedrà la partecipazione di quattro relatori: 

Giovanni Antonio Albertin, Gli esordi delle tecniche del passato riletti al presente

Daniele Pessotto, Tecnica di interconnessione contemporanea applicata a soluzioni particolari

Serena Tellini e Francesco Iannone, Teoria della interconnessione nella professione e progetti di colleghi dal mondo che la hanno applicata. 

Alla Conferenza sono stati erogati 3 crediti formativi dal CNAPPC

Per iscriversi: https://forms.office.com/r/Lf2cLrrQPS