LA NATURA INTEGRATA NEL DESIGN DI DAVIDE OPPIZZI


Needoo
Needoo, Davide Oppizzi, Artemide

Un passo nella naturache è armoniosa, poetica e lieve, questo è Needoo disegnata da Davide Oppizzi per Artemide, un sistema outdoor pensato per illuminare con una luce minima che illumina in modo intelligente guardando alla natura, e destinato ad ospitare i volatili, piccoli mammiferi come scoiattoli e altre specie utili, l’intento è quello di creare una condivisione armonica degli spazi tra gli esseri umani e gli animali e un’illuminazione ottimale. 

Un albero è anche un palo, sulla cui cima si può ipotizzare un riparo per diverse specie ornitologiche che faticano a trovare aree verdi dove nidificare nelle città. Da qui la creazione del nuovo sistema di luce, presentato al Milano Design Week, che comprende tre pali e un bollard. 

  • Needoo
  • Needoo
  • Needoo
  • Needoo

Il palo è fatto in un materiale resistente agli agenti atmosferici, con un lungo ciclo di vita, che richiede poca manutenzione e offre isolamento eccezionale per tutte le stagioni, in questo modo ricrea le condizioni ottimali per la biodiversità. Il progetto è stato sviluppato con BirdLife International, la più grande ONG ornitologica del mondo, ampiamente riconosciuta per la sua azione di conservazione.

Davide Oppizzi, spiega:  “Oggi è dovere di ogni designer, architetto o produttore integrare l’attenzione alla biodiversità in ogni metro quadrato rubato dalla natura per tutte le installazioni all’aperto: così le generazioni future potranno continuare a meravigliarsi della bellezza della biodiversità presente per miliardi di anni sulla nostra terra. È stato immergendomi in questo incredibile progetto che ho capito come l’importanza di preservare la nostra diversità implica necessariamente il reimparare ad osservare la natura, i suoi bisogni e i suoi comportamenti.”  

La parte dedicata al nido è realizzata in legno-cemento stampato, al 100% naturale senza aggiunta di adesivi e si può scegliere il tipo di nido che si vuole installare. 

  • Needoo
  • Needoo
  • Needoo

Gli uccelli si orientano avendo come riferimento il cielo notturno, hanno bisogno di vedere le stelle, la luna, senza abbagliamento. Il disturbo visivo causata dall’illuminazione è stato risolto collocando la sorgente luminosa sotto la superficie di appoggio su cui i piccoli animali possono sostare. Needo può illuminare percorsi, quindi proiettare una luce asimmetrica, una rotosimmetrica per le aree di sosta, infine una lama di luce per indicare una direzione. 

Il controllo smart tramite sensori integrati, la qualità della luce ed il posizionamento delle ottiche, favorisce l’inserimento della luce necessaria all’uomo nella natura, tenendo presente i ritmi circadiani e con risparmio energetico. La programmazione intelligente regola l’intensità in base alle presenze, secondo una progressione lenta che non crea disturbi di contrasto.