INCONTRO SU ENZO MARI NEL GIARDINO DELLA TRIENNALE


Enzo Mari
Enzo Mari Triennale, Milano foto ©Gianluca Di Ioia

In concomitanza con la chiusura della mostra Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist wits Francesca Giacomelli” inaugurata il 17 ottobre 2020 con progetti, modelli e disegni inediti provenienti dall’Archivio Mari, si terrà il prossimo 8 settembre, alle ore 18.00 l’incontro  “Enzo Mari: quale utopia?” con la partecipazione di Lorenza Baroncelli, direttore artistico Triennale, Giampiero Bosoni, docente del Politecnico e presidente dell’Associazione italiana degli storici del design e collaboratore di Mari negli anni ’80, Francesca Giacomelli co-curatrice della mostra dedicata a Mari in Triennale e l’architetto Emilio Battisti. Una riflessione su significato e valore dell’esperienza artistica e progettuale di Enzo Mari tra la fine degli anni Settanta e la fine degli anni Ottanta.

Enzo Mari
Triennale Milano, Enzo Mari Foto ©Triennale Milano

Emilio Battisti ne ha parlato in un suo recente articolo pubblicato in forma ridotta anche su Domus web, frutto del dibattito generato sulla figura di Mari nel periodo della mostra in Triennale, strumento importante di approfondimento per riflettere sull’excursus di Mari dal 1968 al 1978. Decennio che ebbe inizio con la sua partecipazione all’occupazione della Triennale dedicata al “Grande Numero”, e che si concluse con la presentazione alla Biennale di Venezia del suo progetto “Quarantaquattro Valutazioni”. Le esperienze di quegli anni, scrive Battisti, hanno contribuito “a renderlo un autorevole esponente dell’avanguardia contemporanea che, sottraendosi sia ai conformismi della disciplina del design sia alla ideologia del massimalismo di sinistra, facendo soprattutto affidamento sulla propria esperienza di artista-progettista, ha praticato l’impervio terreno della razionalità scientifica, della speculazione teorica e dell’etica del progetto”.

Enzo Mari
Enzo Mari, Triennale Milano. foto©Gianluca Di Ioia

L’articolo di Battisti, raffinato intellettuale, è ora in versione integrale, pubblicato sul periodico fondato da Gino Di MaggioLa scuola delle cose, un unico grande foglio che i partecipanti all’incontro alla Triennale potranno ricevere in omaggio in occasione di questo appuntamento mercoledì 8 settembre, alle ore 18.00.

Un incontro da non perdere, e che rappresenta una nuova occasione per una discussione a più voci, aperta con chi avendo conosciuto o collaborato con Enzo Mari, uno dei maggiori teorici del design italiano e mondiale, – abbia interesse a darne testimonianza.