L’OSPEDALE DI ULSTER: DOVE L’ILLUMINAZIONE È INCENTRATA SUL PAZIENTE


ospedale di Ulster
©ERCO GmbH Ph Gavriil Papadiotis UlsterHospital Belfast

Il controllo dell’illuminazione è stato sin da subito un aspetto importante per l’ospedale di Ulster; provincia dell’Irlanda del Nord che ha come capoluogo la città-distretto Belfast.

Nel nuovo reparto ospedaliero da 32.000 mq – in cui si tratteranno le patologie acute – il risultato è un concept d’illuminazione che si avvicina molto agli hotel di lusso o agli uffici rappresentativi, con un impianto illuminotecnico ERCO incentrato sul cliente, con comando wireless Casambi Bluetooth di ultima generazione. 

  • ospedale di Ulster
  • Ospedale di Ulster
  • Ospedale di Ulster

L’illuminazione è stata progettata con cura assoluta dai consulenti per l’edilizia, Cundall, così da integrarla nell’architettura incentrandosi sul benessere del paziente. Invece di pannelli Led, gli esperti di Cundall hanno deciso di creare un progetto che ruota intorno alle texture, alle gerarchie e ai punti d’interesse visuali. Nel prendere questa direzione, l’enfasi è stata posta sull’illuminazione delle pareti piuttosto che dei pavimenti, creando così dei coni luminosi che si snodano lungo tutti i corridoi.

Ospedale di Ulster
UlsterHospital Belfast ©ERCO GmbH Ph. Gavriil Papadiotis

Gli apparecchi da incasso nel soffitto Compar di ERCO – dal design alveolare – hanno svolto un ruolo di prim’ordine nel progetto: installati nei corridoi in maniera inclinata, non abbagliano i pazienti sulle barelle durante il transito (fattore molto importante, perché l’esposizione all’abbagliamento può determinare anche reazioni molto severe nei soggetti suscettibili).

Tra gli altri aspetti intelligenti della progettazione illuminotecnica è la variazione della temperatura del colore, con cui si crea una gerarchia visiva discreta nella struttura: i reparti, gli ambulatori e gli spazi di circolazione sono illuminati con Led a temperatura fredda (4000K), mentre all’interno del ristorante è impiegata una luce bianca calda (3000K) con binari elettrificati e faretti Oseris che creano delle isole di luce sui tavoli, in stile caffetteria.

Ospedale di Ulster
UlsterHospital ©ERCO GmbH Ph Gavriil Papadiotis

Gli apparecchi d’illuminazione comunicano direttamente tra loro – senza dover passare per un hub centrale – e con altri dispositivi come interruttori, dimmer e sensori a infrarossi passivi. L’illuminazione può anche essere controllata da app via smartphone o tablet, sulla base dello standard wireless Bluetooth Low Energy.

Ospedale di Ulster
© ERCO GmbH Ph Gavriil Papadiotis

«Il progetto si è dimostrato molto versatile in aree diverse e con esigenze di ogni tipo» afferma il lighting designer di Cundall, Chris McAnearney. Una funzione unica nel suo genere è stata adottata nelle stanze dei pazienti: numerosi sensori monitorano i movimenti intorno ai letti e allertano gli infermieri se un paziente si allontana.

Ospedale di Ulster
©ERCO Ulster Hospital

Per il cliente, la scelta ha rappresentato un chiaro valore a lungo termine, in termini di costi totali di proprietà, riduzione della manutenzione e qualità della luce.

Ospedale di Ulster
ERCO Ulster Hospital Belfast

Il team progettuale ha dedicato la stessa attenzione degli interni anche agli ambienti esterni: gli apparecchi a colonna Castorad esempio, guidano i visitatori, lo staff e i pazienti in tutta sicurezza, lungo i percorsi in granito, verso l’entrata dell’edificio. I terrazzi sul cortile interno, le palme e le fioriere sono illuminati, invece, da apparecchi d’illuminazione orientabili Gecko, che sfruttano le stesse ottiche di precisione che ERCO impiega negli spotlight top di gamma per musei e gallerie d’arte.