COPENHAGEN LIGHT FESTIVAL 2021


Copenhagen Light Festival 2021
Slør,Båll&Brand - Copenhagen Light Festival 2021, photo ©Christoffer Askman, KongshaugTV, CLF

La luce presenta il paesaggio urbano notturno in modi sorprendente, e dona ai cittadini un’esperienza di contemplazione comune

Come ogni anno nel mese di febbraio, il centro di Copenhagen s’illumina in un modo sempre nuovo e affascinante, attraverso interventi spettacolari che mostrano e fanno vivere la città anche nelle molte ore buie che avvolgono le giornate invernali.

Il Copenhagen Light Festival riunisce tutte le grandi forze – artisti della luce e designer, studenti, organizzazioni e attori commerciali – attorno a un grande progetto senza scopo di lucro, che include e valorizza anche altri eventi legati all’arte e alla cultura dell’illuminazione.

  • Copenhagen Light Festival 2021
  • Copenhagen Light Festival 2021
  • Copenhagen Light Festival 2021

Promosso da un’associazione fondata da Tivoli, Stromma, VNR.tv e Louis Poulsen, il festival cerca di introdurre e presentare l’arte della luce in interazione con il carattere distintivo, l’oscurità e l’estetica della città danese, puntando su valori come sostenibilità, mobilità green, uguaglianza e conoscenza delle diversità.

Copenhagen Light Festival 2021
DI, Tessuto leggero, Kollision – Copenhagen Light Festival 2021, photo ©Christoffer Askman, KongshaugTV, CLF

Con Copenaghen come sfondo – con i suoi 600.000 cittadini è la città più popolata della Danimarca – questa iniziativa culturale è quindi un’opportunità unica per utilizzare il buio come cornice per le installazioni luminose, soprattutto al tramonto dove c’è sempre un’atmosfera speciale (l’ora del tramonto qui è chiamata anche “ora blu”, ed è unica).

La Light art proposta è molto espressiva, ma lascia ai cittadini lo spazio per un’esperienza meditativa e anche di contemplazione comune. La luce presenta il paesaggio urbano notturno invernale in modi sorprendenti, esponendolo e sperimentandolo con colori, movimenti e, occasionalmente, in combinazione con esperienze sonore.

  • Copenhagen Light Festival 2021
  • Copenhagen Light Festival 2021
  • Copenhagen Light Festival 2021

Il Copenhagen Light Festival crea e raccoglie esperienze di luce in spazi urbani e luoghi non convenzionali; troviamo installazioni concentrate nel porto e nel centro città: parchi, piazze, facciate, ponti, luoghi nascosti e addirittura in acqua, come l’opera dell’artista Arthur Steijn dal titolo Trick of the Tail. Quest’installazione subacquea e animata ha la forma di una coda luminosa che nuota e che ricorda quella della famosa Sirenetta, protagonista della fiaba di Hans Christian Andersen e diventata uno dei simboli della città. 

Altra opera che richiama all’acqua, altro simbolo identitario di Copenaghen, è Infinity Wells: installazione composta di sei pozzi di cemento, diventati fonti battesimali. Ogni pozzo rappresenta un periodo di vita: nascita, infanzia, fanciullezza, adolescenza, età adulta e morte. I pozzi incoraggiano i suoi spettatori a sperimentare un battesimo personale nell’oscurità: quando ci si avvicina a un pozzo, questo prende vita e nell’acqua si sperimenta un tema speciale fatto di luci e suoni, per riflettere sull’intero cerchio della vita. Pleasure Control, gli ideatori, sono un collettivo artistico danese che fonde musica, arte e cultura con attenzione alle diversità e al multiculturalismo.

Copenhagen Light Festival 2021
Dancing Bubbles – Copenhagen Light Festival 2021, photo ©Christoffer Askman, KongshaugTV, CLF

Dall’acqua, alzando gli occhi al cielo, nel buio spicca subito Slør, creazione del gruppo Båll&Brand: sui quattro draghi e le loro code – che simboleggiano l’unione dei paesi nordici e che si avvolgono intorno alla torre Børsen, la Borsa di Copenhagen – crescono ali di luce. L’angolo e la formazione delle colonne di luce si basano sulla sequenza di Fibonacci per uno spettacolo quasi danzante.Tutte le opere del festival mirano a raggiungere un pubblico quanto più vasto possibile – cittadini e turisti, principianti e intenditori – attraverso la ricerca e il lavoro di artisti affermati, senza però escludere quello di nuovi talenti, di livello internazionale.