Il Duomo, la Scala e i Navigli


Naviglio Grande
Naviglio Grande Ponte dello Scodellino, courtesy Guido Francesco Rosti

I simboli riconosciuti di Milano sono tre, in ordine alfabetico: il Duomo, i Navigli e la Scala. Se li classifichiamo storicamente, primo i Navigli (XII° – XIX°), secondo, il Duomo (XIV°-XIX°), terzo, la Scala (XVIII°). Se invece li classifichiamo per l’acquisita attrattiva culturale viene prima la Scala, poi il Duomo, ultimi i Navigli.

Potrebbero i Navigli migliorare la loro posizione nella classifica dei simboli di attrazione culturale di Milano?
Innanzitutto, per competere alla pari i Navigli dovrebbero avere, come la Scala e il Duomo, un museo. Non hanno forse un’avvincente storia secolare da raccontare? Non hanno alimentato, e tutt’ora alimentano, irrigandola, la superficie del contado di Milano? Non hanno alimentato di pietre, legno, ferro e derrate la città per secoli? Non hanno contribuito allo sviluppo delle manifatture fornendo energia idraulica? Aristotele Fioravanti da Bologna, Berthola da Novate, Leonardo da Vinci, Giuseppe da Meda non hanno forse contribuito all’evoluzione della scuola idraulica? Quanti autori hanno magnificato i Navigli? Quanti libri trattano dei Navigli? Non è doveroso che Milano onori i Navigli con un museo?

  • Naviglio Pavese
  • naviglio Pavese, Pavia

Per pareggiare la competizione però un museo non è sufficiente. Per conquistare il primato nella classifica dei simboli ad attrazione culturale, oggi occorre affacciarsi al mondo digitale in cui ci sarà molto bisogno di Europa. Occorre avanzare oltre il museo puntando al “Centro Europeo dei Canali Storici” sfruttando innanzitutto la primogenitura europea dei Navigli.

Milano i navigli libro

La Milano dei Navigli, passeggiata letteraria, Dante Isella, Officina Libraria, 2017

L’Istituto per i Navigli / Associazione Amici dei Navigli con il contributo della Fondazione Cariplo e della società Mapei ha elaborato la Carta Europea dei Canali Storici dalla quale risulta che fino al Cinquecento i canali milanesi e i canali del bacino del Po, realizzati prima e durante il Quattrocento sono i più antichi d’Europa. Essi sono serviti da esempio per tutti gli altri canali Europei realizzati dopo.

L’altro aspetto significativo che si aggiunge al primato storico è quello di essere alcuni Navigli, europei di fatto, perché Francia, Spagna e Austria, durante la dominazione di Milano (1535 -1861) hanno direttamente contribuito al perfezionamento e al completamento del sistema dei Navigli.

naviglio di Milano

Il Naviglio di Milano, Empio Malara, Ediz. Illustrata, Hoepli, 2012

Promuovere non un “semplice” museo ma un più moderno “Centro Europeo dei Canali Storici”, che ha già ottenuto, nel 2018, dall’Unione Europea il marchio dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, significa promuovere un progetto ambizioso.  Per far conoscere ai cittadini milanesi ed europei la storia avvincente dei Navigli, il ruolo da essi esercitato nella costruzione dei canali d’Europa, e così contribuire a valorizzare le potenzialità straordinarie della risorsa Navigli/Canali. Una nuova sfida per Milano. 

  • Fatebenefratelli
  • Naviglio Grande, San Cristoforo
Empio Malara, architetto, urbanista, presidente dell’Istituto per i Navigli/ Associazione Amici dei Navigli. È autore dei volumi: Milano città porto (1996), Torino tra fiumi e canali (2003), Leonardo, Vanvitelli e Bellotto a Vaprio d’Adda (2005), Il Naviglio di Milano (2008), Milano come opera d’arte. Giuseppe Meda, pittore, architetto, ingegnere (2011), I paesaggi dei Promessi Sposi: le bellezze della Grande Milano svelate da Alessandro Manzoni (2014). 
Per LUCE, Empio Malara ha “indagato” dal 2016, nella rubrica Epifanie di Luce in un viaggio innovativo e sorprendente, - e con uno sguardo più letterario che scientifico, - sulle origini descrittive e poetiche della luce nella grande letteratura europea e mondiale, da Alessandro Manzoni a Melville, da Joyce a Virginia Woolf sul prossimo numero 334 di dicembre. 
leonardo e i Navigli di Milano

Leonardo da Vinci e i Navigli di Milano, E.Pifferi, G.Bazoli, A.Asnaghi, Editore Pifferi, 2019 

Precedente GEOMETRIE DI LUCE
Prossimo Sapienza Università di Roma Master di I livello in Lighting Design