ILLUMINATO IL NUOVO PARKHAUS ALL’INTERNO DEL SITO UNESCO ZOLLVEREIN


Parkhaus Zollverein

Nella regione della Ruhr in Germania (in tedesco Ruhrgebiet, dal nome del fiume Ruhr) si estende la più grande area industriale d’Europa, ed ha sede l’ex stabilimento industriale dello Zollverein, oggi ufficialmente uno dei beni culturali più importanti del mondo, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 2001.

Qui, nei pressi di Essen, a cavallo tra il 19° e il 20° secolo, si sviluppò un importante centro legato all’estrazione e alla lavorazione del carbone che determinò l’ascesa e lo sviluppo di numerose industrie dell’epoca nell’Europa centrale.

L’anno 1993, se da una parte ha segnato la chiusura del sito, dall’altra ha dato il via a una riqualificazione culturale che ha portato allo sviluppo del settore terziario. L’emblema di questa “nuova era” è proprio la Zeche Zollverein (in tedesco “zeche” è miniera di carbone), oggetto d’importanti opere di riqualificazione come la realizzazione del nuovo Parkhaus Zollverein; nato con l’obiettivo di facilitare l’accesso al pubblico e ai turisti della miniera di carbone e dell’adiacente cokeria.

  • Parkhaus Zollverein
  • Parkhaus Zollverein
  • Parkhaus Zollverein

Il progetto edilizio, realizzato dallo Studio Dreßler Bau, e il progetto illuminotecnico a cura di Ingenieurbüro Paulus – uno dei maggiori uffici d’ingegneria tedeschi dagli anni ’60, che ha scelto la trevigiana Linea Light Group per illuminare le nuove aree dell’ex sito – s’integrano perfettamente nel master plan già esistente, mantenendo intatta la storia del luogo industriale senza snaturarla, anzi enfatizzando ulteriormente il complesso.

Per l’illuminazione del parcheggio sotterraneo, dei nuovi percorsi e delle nuove aree pedonali sono stati usati i prodotti Archiline e Maxi Tube che, per rispondere al meglio alle esigenze del progetto illuminotecnico, sono stati forniti in versione custom a partire dalle lunghezze, a causa delle diverse dimensioni dell’edificio.

La scelta di Archiline è stata dettata dalla garanzia di una potente illuminazione integrata, senza abbagliamento; installato in versione custom (lunghezze cavo, telaio e ottica sono stati appunto creati ad hoc), è munito anche di un driver DALI integrato che ne rende funzionale la gestione dell’impianto.

  • Parkhaus Zollverein
  • Parkhaus Zollverein

Anche Maxi Tube, usato sia sottoterra che in superficie, è stato fornito in versione custom e con DALI integrato. In particolare, è stato posizionato come cove lighting per assicurare un’illuminazione efficiente e discreta occupando pochissimo spazio sia attorno alla struttura esposta (con una speciale luce rossa a 625 nanometri) sia nel parcheggio, mantenendo lo stesso colore dell’illuminazione delle Archiline (3000 K).

Il risultato finale è un percorso illuminotecnico che accompagna il visitatore attraverso la zona sotterranea fino ai nuovi spazi di raccordo in superficie.

Progetto: Parkhaus Zeche Zollverein
Design: Dreßler Bau GmbH, Essem Herr Pauli
Lighting design: Ingenieurbüro Paulus GmbH, Essen, Herr Gräf
Fornitore apparecchi illuminanti Linea Light Group
Foto: Linea Light GmbH
Anno: 2020
Precedente I laboratori del Distretto Tecnologico della Cultura incontrano le imprese: mercoledì 11 novembre
Prossimo Il ritardo da colmare nella formazione