All Around Work 2020 pronta al debutto la biennale dedicata agli spazi dell’abitare e del lavoro


All Around Work
Inclusive World@Work credit PRINCIPIOATTIVO Architecture Group

Si terrà dal 6 all’8 ottobre prossimi la prima edizione di All Around Work, la manifestazione ideata e promossa dagli architetti Alfonso Femia e Marco Predari con l’obiettivo di indagare l’evoluzione dell’ambiente ufficio, cercando di trovare delle risposte pratiche alla sempre più pressante domanda di nuovi modelli organizzativi per spazi di lavoro individuali e condivisi.

Alfonso Femia, con grande lucidità, individua nel ricorso massivo allo smart working e nella richiesta di riprogettare o mettere a norma il patrimonio esistente due focus su cui la kermesse, con il suo ricco palinsesto di incontri ed eventi, si deve concentrare. Ha infatti dichiarato: “Da quello che viviamo, anche attraverso un’analisi delle richieste di mercato, c’è una chiara evidenza che molte aziende terziarie stanno ipotizzando una riorganizzazione che potrebbe vedere diminuire gli spazi necessari del 30-40%. Ci troviamo ad affrontare rapidamente il tema non solo delle nuove costruzioni, ma anche di come molti spazi esistenti potrebbero essere riconfigurati. Questo fenomeno non coinvolge solo gli spazi per uffici ma induce a ripensare la città: la tendenza è che i luoghi dell’abitare si stanno maggiormente svincolando dalla vicinanza con i luoghi del lavoro. La capacità dei progettisti sarà dunque quella di riflettere sul tempo, avremo ad esempio bisogno di arredi molto flessibili che cambino funzione durante la giornata. Sarà una sorta di nuova educazione e probabilmente partirà proprio dagli spazi del lavoro”.

Organizzata presso gli spazi di Megawatt Court di Milano, All Around Work indagherà i nuovi layout e modelli di business, anche in risposta all’ibridazione dei luoghi di vita con gli spazi del lavoro, i criteri ambientali minimi e le novità in materia di gare pubbliche, gli investimenti nel settore immobiliare e i nuovi servizi del proptech, i cambiamenti dei comportamenti e dei processi delle organizzazioni alla prova della rivoluzione digitale e delle biotecnologie, come stanno evolvendo le tecnologie e i servizi per la condivisione delle informazioni, quali i nuovi parametri fisici per definire e ottimizzare il comfort indoor.

Il comitato di indirizzo della manifestazione, composto da professionisti di differenti estrazioni – tra cui il lighting designer Jacopo Acciaro e gli architetti Paolo Caputo, Luciano Galimberti e Andrea Maffei – garantirà un approccio pluridisciplinare e variegato al tema.

L’ambito office è ritenuto un terreno progettuale in continuo cambiamento, pertanto gli organizzatori hanno deciso di rendere All Around Work un appuntamento biennale: concluso l’appuntamento del 2020 e raccolti gli atti, il team sarà già al lavoro per il 2022.

Maggiori informazioni www.allaroundwork.it

Precedente Anty Pansera Gli archivi di impresa tra patrimoni e risorse
Prossimo A Napoli Città della Scienza il XIX Congresso Nazionale AIDI