LA RIGOROSA LUCE DEL PARC SCIENTIFIQUE INITIALIS


Parc Scientifique Initialis

A Mons, nel cuore del Belgio, ha sede il Parc Scientifique Initialis; incubatore e punto d’incontro tra il mondo della ricerca e quello delle aziende, un vero e proprio parco della scienza dall’anima creativa, dinamica e all’avanguardia. Un polo basato sulla condivisione e collaborazione fra PMI; sede di numerose aziende innovative che, spinte da nuove idee imprenditoriali, crescono, maturano e si inseriscono in una rete sociale e aziendale fertile e attiva.

L’obiettivo primario di Initialis è dare sviluppo regionale in ambito tecnologico e al suo interno ospita, infatti, due centri di ricerca associati a due importanti università del territorio (l’Università di Mons e l’Università Louvain) e comprende due tecnopoli: Multitel e Materia Nova. Il primo raggruppa i settori delle telecomunicazioni, dell’elaborazione dei segnali e delle immagini e il secondo opera nel campo della ricerca e dello sviluppo di materiali innovativi.

Una vera e propria cittadella scientifica – che si estende in Vallonia per una superficie totale di quasi 260.000 mq ed è dotata di spazi modulari da 1.000 mq per le imprese dedite alla tecnologia ed edifici supplementari per il settore creativo – in cui si osserva anche una sapiente illuminazione esterna – tutta made in Italy – messa in opera dall’azienda italiana Francesconi Architectural Light.

Il concept del progetto illuminotecnico, curato dall’Ing. Henryk Bednarz, è stato pensato per enfatizzare il carattere tecnico dei materiali costruttivi ed esaltare gli aspetti estetici rigorosi e geometrici dell’architettura contemporanea dell’edificio, una struttura dalle forme pulite e lineari.

Parc Scientifique Initialis

Le soluzioni proposte dall’azienda bresciana – che da oltre 60 anni progetta e modella luce con competenza e passione in svariati settori e progetti internazionali – si sono rivelate nell’installazione della serie Tech, della serie Line e della serie Mok.

Nel dettaglio i tre prodotti utilizzati nel Parc Scientifique:

Tech – nella versione incassi a pavimento che, grazie all’utilizzo di ottiche particolari, garantiscono un’illuminazione diffusa alle facciate.

Parc Scientifique Initialis

Line – nella versione a proiettore, che consente l’orientabilità del prodotto sia per il fissaggio a pavimento che a parete. Nuove soluzioni Led consentono di ottenere flussi luminosi che raggiungono oltre i 4000 lumen governati da lenti di precisione che consentono di ottenere fasci dall’apertura stretta a diffondenti fino agli ellittici. Una soluzione per l’illuminazione degli elementi in pietra a vista.

Mok – geometrie essenziali e sistema di fissaggio totalmente a scomparsa. La struttura in alluminio primario resistente all’ossidazione e i diffusori in vetro extra chiaro o policarbonato opale per le sorgenti convenzionali e il ricercato design caratterizzano il prodotto come unico nel panorama dei bollard che si mimetizza e integra con le moderne architetture. Led di ultima generazione, accompagnati dalle sorgenti convenzionali, completano la qualità del prodotto attraverso minimo consumo e massima resa. Adatta per l’illuminazione dei camminamenti e degli spazi di connessione.

Precedente ELEGANZA E DESIGN AL NUOVO SETA MEAT LAB
Prossimo APIL, SECONDO INCONTRO: IL PRESENTE E IL FUTURO DELLA LUCE