I CONDUCENTI ITALIANI E LA VISIBILITÀ NOTTURNA UNA RICERCA DI TUNGSRAM


Tungsram

Tungsram ha commissionato un interessante sondaggio OnePoll su 1.000 conducenti in Italia nel novembre 2019 in materia di sicurezza e visibilità durante la guida notturna.

LA STORIA E L’AZIENDA 
Tungsram è un nome della storia epica1 dell’illuminazione mondiale e della tecnologia avanzata, in particolare Mitteleuropea. Fondata nel 1896 in Ungheria con il nome United Incandescent Lamp and Electrical Company Ltd., dal 1906 introduce il trademark con cui verrà poi conosciuta, TUNGSRAM. 

Molto impegnata nella ricerca e sviluppo per migliorare le prestazioni di illuminazione e di efficienza energetica, oggigiorno l’azienda progetta, ingegnerizza e produce in Europa soluzioni di illuminazione di alta qualità, basate sui più elevati standard europei e per una vasta gamma di settori, tra cui quello automobilistico.

Tra i primi tre produttori di illuminazione in ambito automotive a livello globale, nel 2020 le lampadine a marchio Tungsram sostituiranno quelle a marchio GE (General Electric) – quest’ultima nata nel 1892 dalla fusione della Edison Electric Light Company con la Thompson Houston Electric Company – in tutto il mondo, continuando una storia di innovazione che risale, anche per Tunsgram, a oltre un secolo fa. 

Tungsram
Rainy night in the big city, stream of cars traveling along the avenue. View from the tram rail level

LA RICERCA
Ritornando all’interessante sondaggio commissionato dalla azienda, con interviste a un ampio campione di automobilisti italiani riguardo le loro sensazioni rispetto alla guida al buio e le loro abitudini di manutenzione della loro automobile, è emerso che più di 7 conducenti italiani su dieci (il 72%) faticano a vedere la strada di notte, anche con i fari accesi. L’84% si sentirebbe più sicuro se i fari fossero più efficaci. Inoltre, emerge che i conducenti nel nostro Paese controllano i loro pneumatici più spesso di quanto controllino il corretto funzionamento delle lampadine!

La ricerca ha anche evidenziato che il 46% di tutti gli intervistati si sente più nervoso durante la guida notturna rispetto a quella diurna, e che tale condizione è maggiormente avvertita tra le donne (53%).

Nonostante le preoccupazioni per la guida in carenza di luce, alla domanda sui più importanti controlli di sicurezza, il 4% degli automobilisti italiani ha dichiarato di controllare gli pneumatici meno di una volta allannoma il triplo degli intervistati (12%) ha confessato di non controllare le luci dell’auto ogni anno per assicurarsi che stiano funzionando correttamente.

È stato anche rivelato che l’84% dei conducenti si sentirebbe più sicuro se i fari della loro automobile illuminassero una maggiore porzione della superficie stradale di fronte a loro, e il 42% afferma che questo aspetto è stato il fattore più importante per determinare l’acquisto di nuove lampadine per il loro veicolo (solo il 13% ha ritenuto il prezzo il fattore chiave).

Tungsram
Cars driving on wet road in the rain with headlights

A lato della presentazione sui risultati del sondaggio, Stefano Grigiante, Sales Manager Italia di Tungsram Automotive, ha dichiarato: “Mentre molti preparano la propria auto per l’inverno semplicemente rabboccando il liquido per i tergicristalli e passando alle gomme invernali, controllare che i fari funzionino a dovere, e sostituire le lampadine in caso contrario, è altrettanto importante. Dopo tutto, la visibilità è un fattore di sicurezza fondamentale durante la guida, di giorno come di sera e di notte”, ricordando come “L’installazione di lampadine di qualità come la gamma Megalight di Tungsram, progettate specificatamente per illuminare meglio la strada di fronte, aumenta la visibilità e aiuta a rendere gli automobilisti più sicuri”. 

La gamma di lampadine Megalight fornisce tra il 50 e il 150% di luce in più sulla strada, migliorando la sicurezza e la visibilità di notte. Per questo fa parte degli elenchi di omologazione di molte case automobilistiche in tutto il mondo, tra cui l’italiana FCA.

La divisione automobilistica per Tungsram ha una storia di oltre 60 anni e un futuro concreto, come sottolineato da Gabriella Mozes, General Manager of Automotive: “Vorremmo rafforzare la nostra attuale posizione e stiamo pianificando un serio sviluppo delle soluzioni LED, poiché questa tecnologia assorbe ogni anno un settore più ampio del settore”. 

Un settore, quello dell’automotive, molto interessante, sia per i suoi aspetti di ricerca nel campo dell’illuminazione che per l’ampio settore industriale e di trasporto cui si rivolge, e, lo ammetto, fino a oggi poco approfondito su LUCE, forse anche per mancanza di una più ampia pubblicistica o comunicazione da parte delle stesse aziende. Ma posso assicurare che lo seguiremo con maggiore attenzione e approfondimenti. 

[1] A proposito di questo epico mondo della lampadina, consigliamo la lettura della recensione di Francesco Ciulli al film Edison, l’uomo che illuminò il mondo, pubblicata su LUCE 330 in uscita, e la recente pubblicazione edita in occasione dei 110 anni dalla nascita del CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano, dal titolo In principio fu la pila, a cura di Antonio Porro. 
Precedente Marco Filibeck. La Luce dell'Opera
Prossimo ROMA ILLUMINATA: LA IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DI LIGHT ART