Cultura del Design Confindustria e ADI: accordo rinnovato


Da sinistra: il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e il Presidente di ADI Luciano Galimberti.
Da sinistra: il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e il Presidente di ADI Luciano Galimberti.

È stato firmato nei giorni scorsi a Roma un nuovo accordo tra Confindustria e ADI per la diffusione della Cultura del Design. Firmato dal presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e dal presidente di ADI Luciano Galimberti sarà in vigore per i prossimi tre anni.

Alla firma erano presenti Franco Caimi (Caimi Brevetti, coordinatore del Dipartimento Imprese ADI) e Gianfranco Tonti (IFI, consigliere d’amministrazione della Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro) che, con il presidente della Fondazione Umberto Cabini, hanno lavorato negli ultimi due anni per raggiungere gli obiettivi dell’accordo. 

Come il precedente – siglato nel novembre 2017 – prevede un’azione coordinata per la tutela della proprietà intellettuale, la valorizzazione dell’importanza strategica del design, l’internazionalizzazione delle iniziative relative al progetto e alla produzione. Della cooperazione fanno parte anche la valorizzazione dell’azione del Giurì del Design e la collaborazione tra industria e design per lo sviluppo sostenibile. 

L’attività degli ultimi due anni, secondo il testo del nuovo accordo, “ha consentito l’avvio di un’intensa e proficua collaborazione per la valorizzazione del design industriale all’interno del sistema delle imprese associate, affinché questo diventi sempre più un elemento di distinzione del Made in Italy nel mondo, e ha avviato un percorso di ottimizzazione della consapevolezza del valore del disegno industriale trasversalmente ai territori e ai settori che rendono la manifattura italiana la seconda per importanza e volume di fatturato in Europa, e una tra le principali nel mondo”. 

Precedente Piano nobile di luce
Prossimo La magia di Lione