IL DIALOGO COMPETITIVO LINEE GUIDA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE


ENEA progetto ESPA

Nell’ambito del progetto ESPA, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze amministrative e tecniche dei pubblici amministratori sui temi energetici e della sostenibilità, ENEA e CRIET, in collaborazione con AIDI, Enel X, Engie e il Comune di Livorno, hanno sviluppato il progetto Linee Guida per il Dialogo Competitivo,  strumento di confronto con gli operatori del settore per l’individuazione delle soluzioni più idonee alla riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica in chiave smart city con forme innovative di bandi di gara.   Mercoledì 16 ottobre, alle ore 11.00, si svolgerà un confronto presso l’Università degli Studi di Milanovia Bicocca degli Arcimboldi 8 – Aula De Lillo, Edificio U7.  

Occasione del convegno anche la presentazione dell’esperienza del Comune di Livorno, con il progetto pilota di rinnovamento urbano realizzato attraverso il progetto Dialogo Competitivo. 

Programma
11.00 Saluti e apertura dei lavori – Angelo Di Gregorio, Direttore CRIET, Università di Milano-Bicocca

11.10 -  ES-PA per il rafforzamento delle competenze manageriali nella PA – Nicoletta Gozo, Coordinatrice Progetto SmartItaly Goal, ENEA

11.20 - Il Dialogo Competitivo come istituto giuridico per la riqualificazione smart della pubblica illuminazione – Samantha Battiston, Studio Legale Battiston e CRIET

11.40 - Tavola rotonda:  I presupposti tecnico-amministrativi per la scelta del Dialogo Competitivo
Modera Roberto Chierici, Ricercatore, Università di Milano-Bicocca e CRIET
Mauro Draoli, Responsabile Servizio Strategie di Procurement e Innovazione del Mercato, AgID
Claudio Lodi Rizzini, Head of Offering Engineering, Enel X
Gian Paolo Roscio, Presidente AIDI
Margherita Suss, Progettista illuminotecnico, Studio Associato GMS 

12.20 - Un’esperienza concreta: il caso del Comune di Livorno, Antonio Bertelli, Comune Livorno; Silvano Bocci, Technical & Proposal Director, Engie

12.50 - I fattori di scelta del Dialogo competitivo - Angelo Di Gregorio, Direttore CRIET, Università di     Milano-Bicocca.
Precedente Un nuovo modo di progettare la luce attraverso il vetro
Prossimo DISPOSITIVI IOT CON SENSORI PER IL MONITORAGGIO QUALITÀ DELL’ARIA