LUCI ITALIANE ALLA SCANDINAVIUM ARENA DI GÖTEBORG, SVEZIA


Scandinavium Arena

di Cristina Ferrari

A ottobre, la Scandinavium Arena di Göteborg, seconda città della Svezia, ha inaugurato il suo nuovo impianto di luci a Led, realizzato con proiettori della Disano illuminazione, azienda italiana ai primi posti in Europa nella produzione di apparecchi di illuminazione.

La Scandinavium Arena è un impianto sportivo indoor dalla capienza di oltre 12mila spettatori. Costruito a partire dal 1969 e inaugurato il 18 maggio 1971, è la sede della locale squadra di Hockey su ghiaccio, il Frölunda HC, ma anche di molti altri eventi sportivi, quali due Champions League europee di Hockey, oltre a gare di pallamano e di salto ad ostacoli durante l’Horse Show, la principale fiera di cavalli della Scandinavia.
Il palazzetto è anche un moderno impianto multimediale, che ospita sia eventi sportivi che dello spettacolo, quali l’Eurovison Song Contest, oltre a concerti di star internazionali (i Rolling Stones, Whitney Houston, Stevie Wonder, ecc.). Per tali spettacoli, la struttura può arrivare a contenere fino a 14mila spettatori.

Scandinavium Arena

Il nuovo impianto illuminotecnico a Led risponde a ben precise esigenze di efficienza e risparmio energetico, oltre che di alta qualità e uniformità per le riprese televisive: considerando le notevoli dimensioni dello spazio sono stati scelti proiettori Forum Led, un prodotto relativamente nuovo, progettato con una struttura modulare (a uno, due o tre moduli) per avere il massimo dell’efficienza e della flessibilità. Un’attenta misurazione punto per punto dell’area ne ha individuato le posizioni ideali.

Tale impianto è dotato di un sistema di gestione con protocollo DMX (Digital multiplex), ovvero un sistema digitale per la gestione delle luci controllato da una console centrale che permette di impostare diversi scenari e giochi di luce per tutti gli eventi sportivi e di spettacolo.
Tutti i proiettori Disano, forniti con speciali driver DMX, vengono accesi uno per uno direttamente dalla console, permettendo sia di sottolineare i singoli particolari sia di creare effetti speciali, ma anche di garantire la massima uniformità dell’immagine: con tale sistema, è possibile, ad esempio, seguire ogni giocatore senza dover rimettere a fuoco l’immagine, che resta sempre nitida, oltre ad assicurare stabilità, evitando repentini passaggi tra zone d’ombra e di luce che possono creare fastidio sia per il pubblico che per il giocatore stesso.

Scandinavium Arena

Per quanto riguarda l’illuminazione destinata alle competizioni sportive, sono stati installati 121 Forum Led a due moduli, con una temperatura di colore di 5.700 K e una resa cromatica Ra90, ovvero una luce di altissima qualità (la migliore per le riprese televisive, che dà un’illuminazione orizzontale > 1.300 lux con un’uniformità min/max 0,5, min/med 0,6). Si tratta di una luce fredda per la massima resa cromatica, bianca ma non abbagliante, ideale per la pista da hockey. Per tutte le altre direzioni l’illuminazione è > 900 lux.
In particolare, per l’hockey sono stati adottati parametri ancora superiori, con un’illuminazione a 2.500 lux e un’uniformità orizzontale molto alta: min/max 0,6, min/med 0,8. Per l’illuminazione degli stand sono stati inoltre utilizzati altri 28 Forum Led a due moduli, con una temperatura di colore di 5.700 K e una resa cromatica Ra90.
Infine, per i concerti e per ulteriori eventi non sportivi (quali meeting e conferenze) sono stati installati 18 proiettori Astro con temperatura di colore 3.000K e Ra90.

Precedente LUCE IN ARCHITETTURA, NEL DESIGN, NEL TEATRO
Prossimo SMART CITY: SOLUZIONI BUILDING, INDUSTRY E INFRASTRUCTURES