Progettare il Progettista a Napoli, sui Criteri Ambientali Minimi


Progettare il Progettista

APIL, Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione, ha organizzato a Napoli una nuova edizione di Progettare il Progettista 2018.
Durante la conferenza, verranno trattati temi importanti riferiti al settore illuminotecnico.

Come per l’edizione di Milano, Progettare il Progettista a Napoli sarà dedicato alla progettazione della luce sostenibile in ambito urbano: dagli aggiornamenti CAM Criteri Ambientali Minimi al futuro dell’illuminazione in ambito urbano.

L’edizione del PiP di Napoli si terrà il 15 Ottobre 2018 a partire dalle ore 14:00 presso il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, in Via Ponte di Tappia, 25.

Programma

I Parte : Inquadramento normativo, ore 14:15

  • Presentazione e saluti istituzionali
    arch. Susanna Antico, Presidente APIL.
  • La nuova normativa CAM e metodo di applicazione ai progetti di illuminazione
    ing. Matteo Seraceni
  • Presentazione di un case study d’illuminazione realizzato secondo i criteri CAM
    ing. Paolino Batani

Pausa caffè – ore 16.00

II PARTE : Approfondimenti e case study, ore 16:45

  • Proposta di revisione della Legge della Regione Campania n. 12 del 25 luglio 2002
    prof. Laura Bellia
  • L’illuminazione dei centri storici e dei monumenti per costruire una nuova identità notturna: il caso studio della Cattedrale di Anversa
    arch. Susanna Antico Lighting Designer

Tavola Rotonda e chiusura lavori ore 18:30

 

Durante Progettare il Progettista 2018 si parlerà del nuovo Decreto in materia di Criteri Ambientali Minimi per Illuminazione Pubblica, aggiornato nell’autunno del 2017, che ha introdotto numerose novità rispetto alla precedente edizione. Verranno trattate tematiche specifiche sulla normativa, presentati case study, oltre che altri argomenti che permettono di volgere lo sguardo al futuro dell’illuminazione delle nostre città. La conferenza è aperta a tutti.
Sono stati concessi dal CNAPPC 4 crediti formativi.

Iscriversi è semplice: è necessario compilare il modulo alla pagina finale della locandina qui allegata e inviarlo alla segreteria di APIL: apil@federlegnoarredo.it

Precedente Dopo 21 anni, “rinasce” il capolavoro di Guarino Guarini
Prossimo UL e le sfide della cyber-security