VIGNOLA, MODENA E FERRARA SI ACCENDONO DI LUCE E RECUPERANO IL PASSATO


sogno o son deste

Ammirare i decori, i colori e i disegni che ornavano palazzi, rocche e castelli nelle città e nei borghi dell’antico dominio di Casa d’Este grazie a una proiezione luminosa digitale realizzata fedelmente con tecniche di ricostruzione virtuale d’avanguardia.  Tutto questo sarà possibile fino al 12 dicembre.

La Chiesa di Sant’Agostino a Modena, Casa Romei a Ferrara e la Rocca di Vignola (MO) saranno le prime importanti residenze e architetture “messe in luce”, ma ne seguiranno altre.

Per ciascun apparato decorativo sono in corso da anni rilievi con l’ausilio della tecnologia laser scanner, grazie alla collaborazione con l’Università di Ferrara, per ottenere una griglia tridimensionale con margine di errore inferiore a un centimetro, generata da una nuvola accuratissima di punti e utilizzabile come modello 3D degli edifici.
A questa scansione sono state poi abbinate fotografie aeree, con la tecnica gigapixel, e architettoniche, realizzate con droni, essenziali per avere un prospetto esatto degli edifici e per studiare le tracce ancora esistenti delle decorazioni. Gli scatti elaborati con specifici e sofisticatissimi software hanno generato fotografie geometricamente corrette, in cui sono state eliminate le piccole imperfezioni dovute ad esempio alla posizione dei punti di ripresa o ai dislivelli delle aree rilevate o, ancora, dall’inclinazione delle macchine fotografiche. Tutto questo in modo che le foto possano essere considerate una reale “mappa” di estrema precisione per seguire le tracce delle decorazioni, i relativi disegni e colori, nelle tonalità perfettamente identiche a quelle originali. Sono state inoltre ricostruite digitalmente le parti mancanti andando a produrre i file definitivi per le proiezioni che, su ciascun edificio, verranno trasposte su vetri ottici, detti “gobos”, tramite serigrafie.

A questo progetto multimediale dall’azzeccato titolo sogno o son deste verrà affiancato quello di promozione con incontri ed eventi culturali su temi di rilevanza storico artistica, e non solo.

Il calendario aggiornato è disponibile sul sito al link: https://www.sognoosondeste.it/programma/

Precedente COMFORT VISIVO PER OLTRE 25.000 MQ DI LAVORO
Prossimo SULLA RIVIERA DEL BRENTA, "UN MONDO DI LUCE"