I 40 ANNI DI PERFORMANCE iN LIGHTING


Performance iN Lighting
Liquid, Mercury e In-Tense. Design di Walter de Silva per Performance iN Lighting

Cultura della luce, tecnologia, design, ricerca e impegno sociale: sono questi gli obiettivi che fanno parte del DNA di Performance iN Lighting, che quest’anno celebra il proprio 40° anniversario di attività con collaborazioni di prestigio, nuovi prodotti, premi ricevuti e iniziative internazionali.
Gruppo nel settore dell’illuminazione con 700 collaboratori, un fatturato consolidato di 115 milioni di euro e un Ebitda del 6,5% (dati 2017); sede a Colognola ai Colli, Verona, ha importanti unità produttive in Germania, Belgio e Stati Uniti e dal 2017 include sotto un unico brand i quattro storici marchi nel comparto della luce PRISMA, SPITTLER, SBP e SBP urban lighting.
Tra le voci più importanti della filosofia del Gruppo, soci AIDI, si conferma l’impegno sociale, che qui vogliamo evidenziare, portato avanti ogni anno con costanza e convinzione, testimoniato dal meritato riconoscimento quest’anno tra le eccellenze del Welfare Index PMI 2018, con una menzione speciale nella categoria “Conciliazione Vita e Lavoro” per il settore industria. Tra le motivazioni, l’ampia flessibilità di gestione degli orari, programmi di consulenza per la maternità forniti alle proprie collaboratrici, iniziative “salva tempo” e il progetto che nel 2002 ha portato alla realizzazione di Nidoblù, un asilo presso la sede di Colognola ai Colli, aperto non solamente ai figli dei dipendenti, ma anche delle aziende limitrofe, nell’intento di facilitare e favorire le donne lavoratrici.

Non l’unico impegno nel campo della solidarietà: da anni l’azienda sostiene Child In Need Institute (CINI) Italia, nata con l’obiettivo di garantire ai bambini delle aree più bisognose del pianeta il diritto alla cura e all’educazione nella prima infanzia, attraverso il sostegno alle famiglie, e il recente impegno all’interno di un progetto dal forte valore culturale e sociale, la nuova Casa Emergency, uno “spazio di diritti e di cultura aperto alla città” in via Santa Croce 19 a Milano, di cui l’azienda è Main Partner. Progetto che nasce in una scuola degli anni ’40 abbandonata e recuperata grazie a un bando di riqualificazione del Comune, che ha dato in concessione lo stabile di circa 3.570 mq all’associazione umanitaria fondata da Gino Strada nel 1994 per portare aiuto alle vittime civili delle guerre e della povertà.

Un altro importante progetto cui l’azienda prenderà parte è MISSION GENESIS, che a 70 anni dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo si propone di lanciare in orbita entro il 20 luglio 2019 un satellite che conterrà un messaggio di pace interreligioso da inviare alla Terra. La missione, oltre alla forte valenza simbolica, permetterà a scuole di aree disagiate del pianeta di ricevere gratuitamente computer alimentati da pannelli solari per potersi collegare al satellite e al mondo intero.
Sulla tutela delle risorse ambientali, il gruppo si spende con grande impegno verso l’ottimizzazione dei processi produttivi, nell’approvvigionamento delle materie prime e nella selezione di materiali riciclabili per la produzione, la logistica e la commercializzazione. Fin dalla fase di progettazione team dedicati si occupano del futuro studiando i sistemi migliori per consentire, una volta dismesso l’impianto, lo smaltimento dei prodotti a fine vita e il recupero dei materiali utilizzati fino al 98%. Rilevante l’impegno concreto per un modello sostenibile con la produzione autonoma, dal 2013, di più del 50% del suo fabbisogno energetico in maniera pulita, attraverso gli impianti fotovoltaici installati nella propria sede.

Soddisfazione per il Gruppo nell’anno in corso anche dal riconoscimento all’International Forum Design GmbH – l’affermata organizzazione indipendente di design a livello mondiale, con sede a Hannover – con la consegna a Light-Performer® (configuratore per sistemi di illuminazione personalizzati) del prestigioso iF Design Award 2018 nella sezione Communication, categoria Apps / Software. Selezionato da una giuria di 63 esperti provenienti da ogni parte del mondo, grazie alla chiarezza nella comunicazione e facilità di utilizzo che consentono di configurare il sistema illuminotecnico in modo intuitivo e in semplici passaggi.
Stesso premio ma nella sezione Product, categoria Lighting, per gli apparecchi Lama+ e Traccia, scelti per la loro capacità di unire un design accattivante con massime prestazioni illuminotecniche. La selezione è avvenuta tra oltre 6.400 partecipanti da 54 Paesi.
Nel 2018 altre soddisfazioni, come lo scorso marzo a Light+Building, dove è stata esposta l’esclusiva collezione di apparecchi di illuminazione dall’aspetto futuristico LiquidIn-Tense e Mercury, dedicati agli interni e frutto della collaborazione con Walter de Silva, designer noto a livello internazionale.

A Performance iN Lighting, solido riferimento nel mondo del design e dell’architettura a livello globale, i migliori auguri dalla redazione di LUCE per l’importante anniversario e le celebrazioni in corso.

Precedente PROGETTO SMART LIGHTING A SAN GALLO, SVIZZERA
Prossimo A MOSCA LO SPORT PIÙ AMATO DEL MONDO