ARCHITETTURA E LUCE A GOCHSHEIM


Finstral
© Finstral - Performance in Lighting

Il progetto architettonico e di illuminazione è nato dall’esigenza di Finstral, azienda della provincia di Bolzano che produce infissi ad alta tecnologia, di avere un polo di riferimento dove far trovare le informazioni e novità del settore e soddisfare la crescente domanda di mercato degli ultimi anni.
Quartier generale ad Auna di Sotto, è una realtà produttiva nata nel 1969 come piccola falegnameria della famiglia Oberrauch che gestisce l’azienda secondo i più moderni criteri di gestione manageriale nel rispetto dei valori della tradizione artigianale. Ma cresciuta nel tempo fino a diventare una grande realtà con circa 1.450 dipendenti, 9 stabilimenti in Italia, 3 in Germania, filiali in Europa, 180 milioni di fatturato, forti investimenti in eco-sostenibilità e innovazione.

Finstral
© Finstral – Performance in Lighting

Performance in Lighting ­­è stata scelta come azienda partner del progetto – realizzato a Gochsheim, Germania, su una superficie complessiva di ben 550 metri quadrati – per apportare, dal punto di vista dell’illuminazione, il proprio know how e concept di lighting design acquisito nei suoi 40 anni di esperienza. (il Gruppo italiano dal 2017 include sotto un unico brand i quattro marchi di storico rilievo nel comparto della luce: Prisma, Spittler, SBP e SBP urban lighting, N.d.A.).
In questa bellissima struttura architettonica – dal sentore razionalista –, le soluzioni illuminotecniche progettate soddisfano le esigenze funzionali degli spazi grazie ad apparecchi su misura in grado di valorizzarne le peculiarità: una su tutti la struttura a griglia orizzontale posta a corona dell’intera area e posizionata sul tetto, che nelle ore notturne viene esaltata dai proiettori della serie Guell e dalla serie Spillo posta nelle vie di accesso all’edificio.

Per l’area d’ingresso interna – vero biglietto da visita aziendale –, rispondendo al concept illuminotecnico condiviso con la committenza, Performance in Lighting ha proposto la serie SL764 con apparecchi dal profilo lineare in alluminio integrati con speciali ottiche 3D: grazie a questa soluzione avveniristica, la luce s’irradia percorrendo due linee – una verso il basso e una laterale – generando così, attraverso il posizionamento studiato degli apparecchi, una percezione di tridimensionalità intensificata dall’effetto mikado-array.

Finstral
© Finstral – Performance in Lighting

Per l’illuminazione verticale delle pareti interne sono stati scelti gli apparecchi da incasso a soffitto della serie EB435: i fasci di luce fungono da direttrice all’interno della stanza.
Un elemento importante che ha richiesto una speciale illuminazione è la scala levitante che porta al primo piano dell’edificio: il pianerottolo è stato retroilluminato in modo da valorizzarne l’effetto “sospeso” utilizzando apparecchi a plafone della serie WL con ottica in tecnopolimero per una distribuzione luminosa omogenea sull’intera area diffondente.
Nelle aree di assistenza clienti l’illuminazione è data da accenti di luce con gli incassi EB435 e l’illuminazione generale è fornita dalle sospensioni lineari SL764. In particolare, per la configurazione di questi ultimi apparecchi, l’azienda si è avvalsa del suo Light-performer®, uno strumento software di configurazione online che fornisce istantaneamente tutte le informazioni tecniche e commerciali necessarie a una progettazione completa e al calcolo illuminotecnico.

Precedente GLI SCATTI DI MARCO INTROINI E FRANCESCO RADINO ALLA FONDAZIONE AEM
Prossimo XXV PREMIO COMPASSO D'ORO ADI 2018