I 40 ANNI DELLO IAAD DI TORINO E SEI NUOVI PRESIDENTI


IAAD

Con la presentazione di sei nuovi Presidenti di Dipartimento, che collaboreranno con i Direttori Strategici, lo IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design –  fondato a Torino nel 1978, uno dei poli dell’alta formazione in Italia e Europa – conferma la sua storia e la volontà nello scambio del sapere come motore per l’innovazione, con l’obiettivo di proporre nuovi modelli e contenuti formativi per ambire a rinnovati traguardi.

Le nomine sono state annunciate a Torino nell’ambito delle celebrazioni per il 40° anniversario dell’Istituto, nella futuristica cornice de La Centrale, lo spazio eventi della Nuvola Lavazza, firmata dall’architetto Cino Zucchi, e nuovo centro direzionale dell’Azienda.
I sei nuovi presidenti sono: Giorgetto Giugiaro – Presidente del Dipartimento di Transportation Design; Stefano Giovannoni – Presidente del Dipartimento di Product Design; Aldo Cibic – Presidente del Dipartimento di Interior Design; Romeo Gigli – Presidente del Dipartimento di Textile & Fashion; Emanuele Saffirio – Presidente del Dipartimento di Communication Design; Geoff Mulgan – Presidente del nuovo Dipartimento di Innovation Design.

IADD
Da sinistra: Romeo Gigli, Laura Milani, Emanuele Saffirio, Stefano Giovannoni, Giorgetto Giugiaro e Aldo Cibic

Laura Milani, CEO e Direttore di IAAD, nel suo intervento ha detto: “Vogliamo immaginare e progettare il nostro futuro e quello dei nostri studenti sposando il cambiamento e l’apertura come vere costanti. Crediamo nello scambio del sapere come motore per l’innovazione. L’obiettivo è studiare e proporre nuovi modelli, anche grazie al contributo di professionisti visionari. Sono proprio queste personalità i pilastri su cui poggerà la nuova struttura della nostra Università”.

La storia dello IAAD, pur relativamente recente, conta su numeri importanti che rappresentano una parte significativa della sua evoluzione: 9 università, 23 sedi (2 in Italia e 21 in Francia), 8.600 studenti, 600 docenti e un sistema didattico integrato composto da oltre 40 corsi fra Lauree e Master. L’accreditamento dei titoli di studio da parte del MIUR, la partnership con il gruppo francese AD Education, la collaborazione con istituzioni, enti, associazioni e imprese e la creazione di un comitato scientifico internazionale rappresentano i segnali più evidenti dello IAAD nel presente e nel prossimo futuro nell’ambito disciplinare dell’architettura degli ambienti interni.

Tra i nuovi presidenti, segnaliamo poche righe di chiusura dell’intervento di Aldo Cibic, significative e senz’altro idealmente condivise dai suoi colleghi neo presidenti: “Agli studenti vorrei trasmettere la consapevolezza dei propri talenti e la capacità di vedere sempre nel cambiamento un’opportunità di crescita”.

Precedente NUOVE SCENOGRAFIE LUMINOSE IN PIAZZALE LORETO A MILANO
Prossimo IGUZZINI ADERISCE ALLA FONDAZIONE SYMBOLA