A CALIMERA, LECCE, LA LUCE DI IERI E LA LUCE DI OGGI


Work of light

La luce di ieri e la luce di oggi. La tradizione, il design e l’innovazione per generare creatività e nuove competenze per il futuro. La luce per la rigenerazione urbana dei luoghi

Stiamo parlando del corso di specializzazione Work of light – tradizione, design, tecnologia, a Calimera, Lecce, che vede la partecipazione di esperti come i lighting designer Andrea Ingrosso – caro amico di LUCE, socio AIDI, e da anni ai vertici di APIL –, Paolo Portaluri e il designer Lorenzo Longo.
Due sessioni di masterclass e worklab di alta formazione, dal 24 al 26 maggio (1° sessione) e dal 7 al 9 giugno (2° sessione), per progettare la “luce” e parlare della sua percezione e della sua cultura. La 1° sessione sarà sulla progettazione di elementi di arredo a carattere luminoso, mentre la 2° sessione si concentrerà sulla prototipazione di nuove figure ispirate ai Lampioni di Calimera, le spettacolari e tradizionali scenografie dalle forme e dai colori legati al solstizio d’estate e alla festività di san Luigi, create da sapienti mani della comunità grika per la notte del 21 giugno, luminarie uniche anche a livello nazionale.
Il corso è patrocinato dall’Ordine degli Architetti PPC di Lecce e da ADI, AIDI e APIL. Partner dell’evento, l’Italian Design Institute.

Le due sessioni, gratuite, sono suddivise tra teoria e pratica, e guideranno i partecipanti alla scoperta delle antiche tecniche di realizzazione dei lampioni e dei molteplici e differenti modi di generare la “luce”, attraverso la progettazione di nuovi materiali e forme di illuminazione.
Il worklab rientra nel programma di attività del progetto LAMPU!, nato nel 2016 dal Comune di Calimera con associazioni territoriali. Realizzato ai sensi del bando ANCI “Giovani RiGenerAzioni Creative” e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è finalizzato alla rigenerazione urbana dei luoghi attraverso la partecipazione della comunità locale.
Un esempio sono gli stabili del worklab (l’ex Mercato Coperto nella Zona 167, e la Casa della Memoria all’interno dei giardini pubblici), fino a ieri due luoghi abbandonati e oggi rigenerati in contenitori di attività e percorsi formativi sul design, nei quali i giovani hanno la possibilità di sperimentare, di confrontarsi e di incidere con le loro capacità nella comunità cui appartengono.

Ecco perché ci piace pensare che il corso non sia rivolto solo a designer, ingegneri, lighting designer, architetti e artisti under 35, ma a tutti coloro che hanno a cuore il loro territorio e seminano con grande impegno e volontà (e oggi è necessario averne tanta) per il loro e nostro futuro. E la buona “luce” concorre sempre a dare una mano! Piccola e accogliente città della provincia di Lecce, Calimera, in griko Kalimera, vuol dire “buongiorno”. E non è poco!

Calendario degli incontri e modalità d’iscrizione su www.lampu.it/workoflight

Precedente L’ISTITUTO MARANGONI E IL MONDO DEL LIGHTING
Prossimo LA REGIA LUMINOSA DI DANTE FERRETTI PER IL COLLE DELL’INFINITO