DESIGN & RETAIL


DESIGN & RETAIL

NE PARLANO DUE LIGHTING DESIGNER

L’anno scorso, 120 mila visitatori hanno raggiunto l’area di Lambrate, a nord-est della metropoli milanese e ormai definita la nuova Brooklyn italiana, per vedere i progetti di 126 espositori. Un distretto ormai consolidato di creatività e innovazione, in particolare sul design e l’arte contemporanea. Tra i molti appuntamenti di quest’anno, di cui parleremo nei prossimi giorni, segnaliamo uno che riguarda la luce, con Marco Frascarolo – Lighting Designer, docente Dip. Architettura Uni Roma Tre, socio AIDI – e Walter Lutzu – Lighting Designer, Vice Presidente AILD.

L’incontro è previsto per giovedì 19 aprile ore 16.30, in via Console Flaminio 19 a Milano. Ingresso libero.

Parleranno delle nuove soluzioni per il Retail, oggi stimoli e strumenti indispensabili per i lighting designer attenti alla customer experience . Le nuove tecnologie, dall’IoT (Intenet of Things) al Li-Fi (Light – WiFi), permettono infatti di creare progetti di illuminazione sempre più innovtivi ed emozionali.
Un esempio del tema, nel suo sviluppo e realizzazione, potrà essere visto da chi si recherà al Salone allo stand di Elica, progettato dallo studio di architettura Labics in collaborazione con Marco Frascarolo ( Studio Fabertechnica, Roma) per l’illuminazione. Uno spazio articolato, aperto e continuo in cui una serie di edifici costituiscono le stanze, spazi interni metafora della casa e dello spazio domestico. Il tema della stanza consente di venire a contatto con le novità presentate dal brand e di conoscere ed interagire con esse in una modalità più intima, mentre l’ampio spazio pubblico, costituito come nella città da strade e piazze, permette di fare l’esperienza dell’azienda nella sua totalità.

Frascarolo ha pensato a una luce diffusa calda per creare un’atmosfera domestica, che converge in zone di luce più fredda là dove si vuole evidenziare il carattere fortemente tecnologico del prodotto Elica. La dialettica tra elementi complementari, declinata nella scelta dei materiali e di tonalità della luce, è stata enfatizzata da effetti chiaroscurali e variazioni di direzione di provenienza dei fasci di luce. Nello spazio Silencel, l’azione ordinaria della cappa (aspirare vapore) si trasforma in un momento di spettacolo che assume consistenza e colore in maniera dinamica con la luce, grazie all’impiego della domotica e della connettività (IoT, Internet of Things), altro elemento innovativo su cui punta l’azienda italiana che ha rivoluzionato il concetto delle cappe, da alcuni anni nuovo elemento di raffinato e sorprendente design in tantissime case nel mondo.

Precedente <i>RES·O·NANT</i>
Prossimo LA STORIA DI ARREDOLUCE E ANGELO LELII