CARIBONI GROUP NASCE OGGI


Cariboni group

MA HA OLTRE 100 ANNI DI STORIA

Cariboni Group nasce oggi, esattamente il 1 marzo 2018, ed unisce l’esperienza e le competenze di due brand Made in Italy che tutti conosciamo: Cariboni Lite, specializzato nell’illuminazione architetturale, e Fivep SpA, dedicato all’illuminazione stradale urbana.
Una lunga e bellissima storia d’impresa che prende avvio a Colico (LC) nel 1881 da Osvaldo Cariboni, primogenito di Giovanni, proprietario dell’albergo “Sport” con annessa officina.
Officina che sarà il nucleo originale di un’azienda di progettazione e realizzazione di prodotti innovativi, in cui l’energia elettrica e la luce saranno sempre più protagoniste: dalla prima esperienza italiana di elettrificazione ferroviaria, a condotti sbarre per centrali elettriche; dalla morsettiera per linee ad alta tensione, all’alimentazione di complessi sistemi di movimentazione; dai grandi proiettori per torri faro fino a ogni tipo di apparecchio illuminante per esterno e interno.
Oggi il Gruppo si posiziona sul mercato tra i maggiori nella realizzazione e produzione italiana di corpi illuminanti per esterno con sorgenti LED ad alta tecnologia, includendo anche filiali nel mondo, come Cariboni Lite France e T.I.L.C. Tunisian Italian Lighting Company Sarl.

Quando si tratta di imprese che hanno contribuito alla storia dell’imprenditoria italiana, del saper fare e far bene, vale il tempo dello spazio dedicato alla loro storia e alle persone che ne sono stati protagonisti.
Per Osvaldo Cariboni dobbiamo ritornare al 1902, quando prende servizio presso la società Ganz di Budapest, grande multinazionale di quell’epoca che in quel periodo stava realizzando la costruzione della linea ferroviaria elettrificata Lecco-Colico con diramazione a Sondrio e Chiavenna. Considerato un ottimo tecnico, l’anno seguente gli propongono di recarsi prima negli Stati Uniti, poi in Canada, impegnandolo in importanti lavori di elettrificazione. Ma forse il richiamo del suo Paese è forte, e anni dopo rientra in Italia, dove nell’officina paterna inizia a produrre accessori per linee elettriche e nasce la ditta Cariboni. La prima fabbrica sorge a Milano nel 1915; sette anni dopo apre una sede a Messina, seguita due anni dopo da una a Pescate, sempre nella provincia della loro amata Lecco.

Siamo alla fine anni degli venti e arriva la seconda generazione con i figli Dino, Aldo, Enzo e Paride (quest’ultimo nel 1936 lascerà i fratelli per dar vita all’omonima impresa di costruzioni).
Nell’immediato dopoguerra vediamo la Cariboni tra i protagonisti, su tutto il territorio nazionale, della “ricostruzione” degli impianti ferroviari e di produzione dell’energia elettrica danneggiati dagli eventi bellici.
Osvaldo Cariboni “passa la mano” ai figli, e la ditta si trasforma in Società per Azioni. Lo sviluppo è incessante: verso la fine degli anni sessanta viene assorbita la ICES, fabbrica di accessori per il segnalamento ferroviario, e poi l’Elettrocommerciale, azienda specializzata nella commercializzazione di prodotti elettrici.
Nasce nel 1960 Cariboni Sud, con officine a Milazzo, specializzata nella costruzione di pali a traliccio per elettrodotti e grandi torri faro.
Nel 1965 due importanti eventi: l’ingresso in azienda della terza generazione e l’acquisizione della F.I.R. Fabbrica Italiana Riflettori Gariboldi, con stabilimenti a Milano. Nasce la Cariboni Illuminazione, prima sotto la guida di Pio, prematuramente scomparso, poi sotto la guida di Dante e Elisa Cariboni, che nel 1986 inaugurano il nuovo quartier generale del gruppo a Osnago.

Nei primi anni novanta seguono altre acquisizioni: nasce Fivep, dalla fusione tra Fidenza Vetraria, specializzata in apparecchi d’alta qualità destinati all’illuminazione esterna ed urbana, Pollice Illuminazione, forte nella produzione di apparecchi di elevato contenuto tecnologico, e Soldi & Scati, leader nella produzione di apparecchi stradali per l’illuminazione di gallerie.
La storia più recente, quella dagli anni duemila, è quella di essere stata tra le prime aziende del settore a intuire i vantaggi dell’illuminazione LED – la tecnologia che negli anni successivi rivoluzionerà la luce –, investendo costantemente nella ricerca e nell’innovazione, con serie di prodotti per l’illuminazione urbana e architetturale sulla base del know-how italiano in termini di design, ottica, elettronica, scienze dei materiali. Inoltre, continuo l’impegno per la sostenibilità sociale e ambientale e per la diffusione della cultura della luce e del valore della progettazione. Non ultimo, l’attenzione posta all’intero processo di sviluppo: dalle ottiche alla scelta dei materiali, dalle prove di laboratorio alla produzione automatizzata. Il tutto svolto in Italia.
Nel 2009, in occasione dei 101 anni di storia, Cariboni illumina con sorgenti LED l’area espositiva e il perimetro esterno del Plessi Museum, primo esempio italiano di spazio museale in autostrada.

Precedente MATERIALI E NUOVE IDEE PER LA SMART CITY
Prossimo MILANO E LA GRANDE GUERRA