Le Smart City sono tra noi


COME A LONATO DEL GARDA

Il progetto sviluppato da Citelum per il Comune di Lonato del Garda prevede la sostituzione dell’attuale sistema luminoso obsoleto e dagli elevati costi di gestione. Un progetto la cui portata non si esaurisce nella sostituzione della vecchia illuminazione con apparecchi a LED di ultima generazione, ma che è stato progettato e sviluppato in un’ottica Smart City. Raffaele Bonardi, CEO Citelum Italia, ha infatti sottolineato come “L’analisi della città si è concentrata su cinque punti: sicurezza impianto, efficienza energetica, sostenibilità economica, valorizzazione patrimonio e smart city”.

Un programma ambizioso che ha trovato piena rispondenza alle necessità manifestate dal Comune di Lonato del Garda che potrà infatti certificare oltre il 68% di risparmio energetico, con equivalente riduzione delle emissioni di CO2. Tutto ciò grazie alla perfetta sincronia tra i nuovi sistemi installati, che vanno dalle sorgenti LED, con potenze decisamente più basse, alla regolazione dei flussi luminosi nelle ore notturne e a sofisticati sistemi di regolazione degli impianti attraverso la gestione telecontrollata degli stessi.

Altro obiettivo importante è stata la riduzione dei costi di gestione, reso possibile grazie a un innovativo sistema di QR code. Assegnati a ciascun punto luce, ne consentono un’immediata e univoca identificazione, a vantaggio sia del cittadino che del gestore via smarphone. Si potranno effettuare gli interventi di riparazione e manutenzione in maniera più tempestiva, mirata e opportunamente attrezzati.

Citelum ha lavorato in collaborazione con Reverberi-Enetec per la tecnologia di base per la Smart City, Cariboni Group per i corpi illuminanti e Baccinelli Srl per la realizzazione dell’infrastruttura. Paolo di Lecce, CEO di Reverberi-Enetec, ha dichiarato: “L’impianto che abbiamo messo a punto consentirà a ogni punto luce anche la trasmissione dati. Grazie ai nostri sensori sarà possibile monitorare i parcheggi, l’intensità luminosa e la qualità dell’aria. Big Data preziosi per l’Amministrazione”.  Dante Cariboni, CEO di Cariboni Group, ha detto: “I prodotti proposti vanno nella direzione delle scelte lungimiranti richieste dal Comune, sono tecnologicamente innovativi e dal design ideale per il contesto storico urbano ed extraurbano di Lonato”.   Per informazione sono stati sostituiti 6843 punti luce, impiegando, a seconda delle collocazioni, quattro modelli diversi: Kai, Kalos, Levante e Link.

Queste le innovazioni apportate che hanno fatto di Lonato del Garda una piccola e innovativa Smart City. Un luogo dove tutti i processi essenziali del vivere sociale vengono riletti in chiave di opportunità, benessere, sviluppo umano ed economico e migliore qualità della vita.