TRATTEGGIO LUMINOSO


Traccia

Una sottile linea luminosa a terra, un segmento di luce radente, illumina l’architettura e i suoi dettagli. L’installazione a parete, sorta di micro-città fantastica, è perfettamente evidenziata e leggibile. La luce crea una cornice emozionale perfetta.

È Traccia, il nuovo apparecchio presentato a Londra da Performance in Lighting. Il sistema è dotato di un innovativo meccanismo di orientamento del fascio per l’illuminazione radente e wall washing di superfici piccole, ampie e molto ampie. Durante le giornate della sesta edizione di Architect @ work, svoltesi il 24 e 25 gennaio scorso nella capitale inglese all’Olympia National Hall, l’azienda veneta ha presentato tre nuove gamme di prodotto per professionisti. Lo studio delle criticità degli incassi al suolo ha portato a trovare soluzioni innovative. In primo luogo, l’effetto abbagliamento del raggio luminoso, ridotto ai minimi termini dalla vasta gamma di ottiche con lamelle antiabbagliamento. In seconda battuta, la possibilità di variare tra quattro temperature colore.

Questo prodotto espande la luce solo dove serve, senza dispersioni o inutili aloni. Lo rende adatto a risolvere situazioni progettuali complesse, nelle quali l’uso di proiettori è problematico. La semplicità d’installazione e di configurazione sono due tratti importanti di questo downlight. L’ampiezza di gamma e la versione trimless consentono installazioni a filo, essenziali e invisibili quando non sono accesi.

E proprio con Traccia, assieme a Lama+, Performance in Lighting ha vinto il premio nella sezione Product, categoria Lighting, del prestigioso iF DESIGN AWARD 2018, organizzato ogni anno dall’International Forum Design GmbH, affermata organizzazione indipendente di design a livello mondiale.

Precedente LA LUCE IN UNO DEI LUOGHI PIÙ SUGGESTIVI DI MILANO
Prossimo LA LUCE ENIGMATICA DI GIACOMETTI DA SOTHEBY'S A LONDRA