PROGETTO LUMIÈRE PREMIATO A FORUM PA


progetto Lumière
Nicoletta Gozo ENEA ritira premio a Forum PA 2017 (foto © Stefano Corso)

Nell’ambito di Forum PA 2017, il progetto Lumière dell’ENEA ha vinto il premio speciale “Ivan Cicconi – Quindicennale Terotec” della 11a edizione di “Best Practice Patrimoni Pubblici”. Il riconoscimento, assegnato per l’attività di supporto alla “Gestione dei patrimoni dell’illuminazione comunale”, è stato consegnato nel corso di una cerimonia a Roma alla responsabile ENEA del progetto Lumière Nicoletta Gozo.

Il Premio Best Practice Patrimoni Pubblici segnala le esperienze più innovative promosse e sviluppate in partnership tra enti pubblici o di interesse pubblico ed imprese private per la gestione e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari, urbani e territoriali pubblici. L’obiettivo è favorire la promozione e la diffusione di una nuova cultura manageriale tra gli operatori pubblici e gli operatori privati, al fine di stimolare lo studio, la sperimentazione e l’adozione di nuovi e più adeguati processi di “governance” dei patrimoni intesi come “risorse strategiche” degli Enti Pubblici o di interesse pubblico.

Il progetto Lumière, finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma tra ENEA e ministero dello Sviluppo Economico sulla Ricerca di Sistema Elettrico, ha come obiettivo la promozione dell’efficienza nella gestione del servizio di pubblica illuminazione, nel rispetto del contesto territoriale e delle esigenze dei cittadini e dell’ambiente.

Tutti i comuni possono accedere gratuitamente al progetto Lumière, che mira a rendere efficienti i 10 milioni di punti luce della rete di illuminazione pubblica nazionale, una voce di spesa che grava ogni anno per 1,5 miliardi di euro sui bilanci degli 8 mila comuni italiani. Il progetto fornisce supporto ai sindaci e alle amministrazioni comunali, sia in termini di campagne formative che di programmazione degli interventi di riqualificazione, con l’adozione di tecnologie innovative in grado di abbattere fino al 35% la bolletta complessiva dei comuni – 500 milioni di euro in meno l’anno – e di ridurre da 3 a 2 milioni le tonnellate di CO2 prodotte ogni anno.

Il premio è stato assegnato tra altri anche alla Galleria Borghese di Roma – MiBACT per l’innovazione nella “Gestione energetica dei patrimoni museali”, all’ Arcidiocesi di Napoli
per la “Valorizzazione dei patrimoni urbani del Miglio Sacro di Napoli” , al Consorzio Comuni “Sviluppo e Legalità” per la “Valorizzazione dei patrimoni territoriali confiscati alle Mafie in Sicilia”.