I vincitori della quarta edizione di Riprenditi la città, Riprendi la luce


Riprenditi la città, Riprendi la luce
I giurati del concorso riuniti sul palco. Da sinistra a destrat: Domenico Nicolamarino, Marco Frascarolo, Roberto Mutti, Nicoletta Gozo, Marco Filibeck, Alessandro Calosci, Claudio Bini, Alessandra Reggiani, Margherita Suss e il segretario generale di AIDI Alvaro Andorlini

Il 21 maggio si è svolta a Firenze, a Palazzo Vecchio, la premiazione dei nove vincitori della quarta edizione del concorso video internazionale “Riprenditi la città, Riprendi la luce”, rassegna di cortometraggi organizzata e promossa da AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) con il patrocinio di ENEA, ASSIL, Apil, Consiglio Nazionale degli Architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori, Regione Lombardia, Regione Toscana, Comune di Milano, Comune di Firenze, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Firenze, Accademia delle Belle Arti di Brera, Confindustria e Confcommercio di Firenze, Ordine e Collegio degli architetti e ingegneri di Firenze, Collegio degli ingegneri della Toscana. Il concorso è stato organizzato grazie al contributo economico di aziende leader che operano nel campo dell’illuminazione – Cariboni Group, Enel Sole, Gewiss e Performance in Lighting come Sponsor Gold; Clay Paky e Neri come Award Supporter; iGuzzini, IREN e Osram come sponsor Silver; DGA e Welt Electronic come sponsor tecnici – e in collaborazione con Toscana Film Commission e Lanterne magiche della Fondazione Sistema Toscana, ADA (Associazione Donne Architetti), Showlight (congresso internazionale di lighting designer dello spettacolo) e Scuola professionale Galdus di Milano. Media partner dell’iniziativa sono stati la rivista LUCERadio Subasio e il portale Luxemozione.

Riprenditi la città, Riprendi la luce
Da sinistra a destra: Clotilde Binfa (Performance in LIghting), Pio Nahum (Claypaky), Aldo Bigatti (Gewiss), Isacco Neri (Neri), Francesca Migliorato (Enel Sole) e Dante Cariboni (Cariboni Group)

Il concorso, giunto alla sua IV edizione, ha chiesto ai giovani di rappresentare la luce nella sua quotidianità di spazio/tempo attraverso il loro sguardo attento e la loro sensibilità, con l’intento di divulgare la “cultura della luce”, per stimolare in loro l’importanza che questo elemento riveste nella vita quotidiana e per conoscere e capire come, attraverso la luce, interagiscono con la città dove vivono, studiano o lavorano.

“La cerimonia di premiazione – spiega Margherita Suss, Presidente AIDI – è un momento di riflessione su quanto emerso quest’anno. Un’occasione per conoscere tutti i protagonisti del concorso che saranno presenti: istituzioni, aziende, docenti, esponenti del mondo del lighting e soprattutto i giovani che raccontano il loro rapporto con la luce e la città e ci svelano segreti e curiosità del backstage dei loro filmati”.

Questi i nomi dei vincitori della IV edizione del concorso video:

  • Categoria “Under 18”
    • Primo classificato: Ombre luminose di Diego Valenzise e Massimo De Laurentiis, 16 anni, studenti del liceo classico “Carducci” di Milano
    • Secondo classificato: Light into us di Giorgio Ghiotto,18 anni di Roma, studente del liceo scientifico “Cavour” di Roma
  • Categoria “Under 30”
    • Primo classificato: Bright it up! di Tommaso Giacomin, 27 anni di Venezia
    • Secondo classificato: Lux Florentia di Daniel Prestifilippo , 24 anni di Prato, studente al Dams di Bologna
  • Categoria “Giovani lighting designer”
    • Vincitore: Mettiti in luce di Elisabetta Paiano, 33 anni di Gattinara (Vercelli)
  • Premi speciali
    • Premio “Educare alla cultura”: Spazio senza luce di Gueorgui Boyanov Djarov, 26 anni di Pazardzhik (Bulgaria) studente del Politecnico di Torino
    • Premio “Luce e Teatro”: Le terme della luce di Aigherim Urazbayeva, 22 anni di Almaty (Kazakistan), studente all’Accademia delle Belle Arti di Brera
    • Premio “Energy Saving”: Fiat Lux di Alice Artico28 anni di Latisana (Udine), studentessa di architettura presso l’Università degli studi di Trieste
    • Premio speciale della Giuria: Nighthawk di Francesco Pietro Devitini, 29 anni di Milano
Precedente LUCA CAMPIGOTTO RITORNA NELLA SUA VENEZIA
Prossimo UN INGLESE IN TOSCANA