Lighting Design per i Beni Culturali: LED e nuove tecnologie


Lab. Luce

Corso di aggiornamento e workshop del Laboratorio Luce del Politecnico di Milano

A marzo 2017 due importanti iniziative dedicate all’illuminazione per i Beni Culturali con prestigiosi docenti e professionisti: Maurizio Rossi, Francesco Murano e Andrea Siniscalco (Politecnico di Milano), Pietro Palladino (Studio Ferrara – Palladino e Associati), Diego Quadrio (Studio Quantis), e Reggiani illuminazione.

Cogliamo l’occasione per segnalare che sul prossimo numero di LUCE (319/Marzo) pubblicheremo un’ampia intervista a cura di Monica Moro al direttore Maurizio Rossi dedicata al Master in Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano, con approfondimenti sui temi trattati e gli obiettivi, sugli studenti di diverse nazionalità e le loro ragioni di fondo per iscriversi, dell’importante valore del contributo formativo dei docenti e dei tirocini nelle imprese partner, il contesto internazionale (UCL a Londra, Parson’s School of Design, New York, KTH di Stoccolma, ecc) e di ciò che manca in Italia per non permettere il proliferare di “esperti dell’ultima ora” nel settore.

Sia il corso che il workshop “Lighting Design per i Beni Culturali: LED e nuove tecnologie” si terranno in lingua INGLESE presso il LABORATORIO LUCE, in via Candiani 72 a Milano.
Entrambi col patrocinio di AIDI, APIL, ASSIL, ASSODEL e ASSOLUCE e col contributo di REGGIANI ILLUMINAZIONE.

 

Corso di aggiornamento:     15 marzo 2017 (durata 8 ore)

Il corso è rivolto ai professionisti e tecnici laureati e non laureati che desiderano approfondimenti tecnologici nel settore della progettazione dell’illuminazione per i beni culturali.

 

Workshop:                                  dal 16 al 31 marzo 2017 (durata 40 ore)

Il workshop si rivolge a progettisti e tecnici aziendali, laureati e non laureati, e studenti (universitari e di master) che vogliono acquisire principi e metodologie per la progettazione della luce nell’ambito dei beni culturali mediante lo sviluppo di un ipotetico progetto basato su un caso studio.

Contenuti del workshop
Il workshop intende approfondire la tematica dell’illuminazione delle opere d’arte con particolare riferimento alle esposizioni temporanee e a quelle permanenti. Ogni anno si svolgono nel mondo moltissime mostre visitate da milioni di spettatori desiderosi di accrescere la propria cultura con l’osservazione diretta di dipinti, di disegni e di sculture illuminate da luce artificiale o naturale. La luce utilizzata nelle mostre serve principalmente a illuminare le opere d’arte, ma svolge anche altre importanti funzioni: lettura delle didascalie e delle grafiche introduttive, rendere più o meno luminosi gli ambienti, delineare i percorsi, illuminare i bookshop, ecc. Funzioni che saranno analizzate durante il workshop che prenderà spunto da una mostra in atto per ridisegnare il lightscape dell’esposizione immaginato con i vincoli economici imposti realmente e con un budget ipoteticamente più ampio.
Nell’ambito del Workshop è prevista una trasferta presso la sede espositiva presa come caso studio, il Duomo di Monza, e l’elegante Headquarter di Reggiani illuminazione, con una visita da noi consigliata alla splendida collezione del loro Museo della Luce che raccoglie e presenta l’evoluzione del corpo illuminante dal VI secolo A.C. all’avvento dell’energia elettrica. Una collezione permanente da Castello Sforzesco o ancor meglio da Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano.

 

Quota di iscrizione:

Il costo del corso (8 ore) è di 180€ + IVA, mentre il costo del Workshop (40 ore) è di 480€ + IVA.
Corso e Workshop possono essere acquistati singolarmente.
Sconto del 10% ai soci AIDI, APIL, ASSIL, ASSODEL e ASSOLUCE.

 

Per informazioni sui contenuti didattici:

Lab. Luce – Politecnico di Milano
tel +39.02.2399.5696
lab.luce@polimi.itwww.luce.polimi.it

Per informazioni sulle modalità di iscrizione:
POLI.design consorzio del Politecnico di Milano
tel +39.02.2399.7217
formazione@polidesign.netwww.polidesign.net/lighting

Precedente NUMERI DA RECORD PER LA III EDIZIONE DI MYPLANT & GARDEN
Prossimo MILANO: NASCE ISOLA DESIGN DISTRICT