BELLHOP


Bellhop
Edward Barber e Jay Osgerby

Il design di Edward Barber & Jay Osgerby per Flos nel nuovo Design Museum di Londra

 

L’iconico brand italiano Flos ha annunciato il proprio coinvolgimento nel nuovo Design Museum di Londra che aprirà a Kensington il prossimo 24 novembre 2016.

Lo ha fatto in partnership con Universal Design Studio, pluripremiato studio di architettura e di interni che ha progettato il ristorante del museo Parabola, collaborando con i fondatori dello studio Edward Barber & Jay Osgerby per creare “Bellhop”, un’esclusiva lampada per illuminare i tavoli dell’elegante e confortevole ristorante. Il nome della lampada si ispira al colore dell’uniforme dei fattorini d’albergo, rendendo omaggio alla sua particolare forma rotondeggiante a campana.

Disegnata su misura per essere portatile e ricaricabile, Bellhop è una lampada senza fili che offre un’illuminazione confortevole e senza abbagliamento grazie all’innovativa tecnologia Edge-Lighting. Creata in alluminio tornito in lastra e verniciata nel colore blu marina, garantisce un’autonomia di sei ore a pieno regime dopo tre ore di ricarica USB.

[cml_media_alt id='3372']Bellhop[/cml_media_alt]
Bellhop, design di Barber & Osgerby per Flos
Flos ha inoltre fornito il ristorante del nuovo Design Museum di Londra con una selezione di lampade iconiche della Collezione Home, tra cui Taccia Small, creata dai fratelli Castiglioni nel 1962, e Mini Glo-Ball di Jasper Morrison, disegnata nel 2002. Inoltre, una selezione di lampade Flos sarà in vendita nel negozio del museo.

Il coinvolgimento dell’azienda italiana a sostegno del museo include anche donazioni a favore dell’asta benefica del Museo, Time for Design, che ha raccolto fondi per più di un milione di sterline, e da parte di Piero Gandini, AD di Flos, a dimostrazione del suo impegno personale nel supportare iniziative culturali.

Nell’importante occasione, Piero Gandini ha dichiarato: “Da oltre 50 anni Flos è legata ai più prestigiosi musei di arte, architettura e design del mondo: molti sono i prodotti presenti nelle collezioni permanenti delle più importanti istituzioni internazionali. Siamo quindi molto onorati di essere coinvolti nel nuovo Design Museum, punto di riferimento culturale per tutto il mondo. Siamo inoltre lieti di collaborare con gli amici Edward e Jay allo sviluppo della nuova lampada contemporanea Bellhop, una nuova avventura di design”.

Alice Black, vice direttore del Design Museum, con particolare soddisfazione ha detto: “Il Design Museum è lieto di collaborare con Flos, che ha realizzato un elegante progetto di illuminazione per il ristorante e la members lounge del museo. Flos vanta storiche collaborazioni con i più rinomati designer per la creazione di lampade che completano e valorizzano gli ambienti. Le luci scelte per il ristorante creano un’atmosfera soffusa che fa esattamente questo”.

[cml_media_alt id='3374']bellhop[/cml_media_alt]
Parabola, il ristorante del nuovo Design Museum di Londra progettato da Universal Design Studio,
illuminato dalla nuova lampada di FLOS, Bellhop, oltre che dalle iconiche Taccia Small e Mini Glo-Ball
Molte, infatti  le collaborazioni con questa storica azienda, fondata in Italia a Merano nel 1962, che vanta un catalogo di prodotti senza tempo disegnati da miti del design come Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Philippe Starck, Antonio Citterio, Piero Lissoni, Marcel Wanders, Konstantin Grcic, Jasper Morrison, Patricia Urquiola, Ron Gilad, Ronan e Erwan Bouroullec, Michael Anastassiades e tanti altri.

Che dire dei brillanti Barber e Jay Osgerby, nati nello stesso anno in Inghilterra, che già non sia stato detto? Dopo aver ottenuto una Master Degree in Architettura presso il Royal College of Art di Londra, hanno fondato lo studio omonimo nel 1996. Nel 2011 sono stati selezionati per disegnare la Torcia delle Olimpiadi di Londra. Entrambi Honorary Doctors of Arts, hanno tenuto conferenze in tutto il mondo. Il loro lavoro è conservato in varie collezioni permanenti, dal V&A Museum a Londra, il Metropolitan Museum of Art a New York, il Design Museum di Londra e l’Art Institute di Chicago. Insomma, le “case” delle collezioni della storia del design mondiale.