ILLUMINARE TRA DECORARE E SPERIMENTARE


Orotund, Flos

di Alberto Pasetti

 

Per gli addetti ai lavori è, da anni, un’opportunità per capire quali siano le tendenze, gli orientamenti sia dei mercati che delle propensioni stilistiche e concettuali del modo di affrontare il ruolo della luce nella dimensione domestica e in altri ambiti dell’interior design. Quello che emerge con chiarezza quest’anno è che la qualità dell’offerta risulta molto variegata e si articola in una vasta gamma di tipologie d’intervento che spazia dal prodotto decorativo più tradizionale alle vere e proprie installazioni luminose del fuori salone provocanti e seducenti nella sfida delle nuove sorgenti luminose. Nell’ambiente fieristico da una parte è possibile notare un filone quasi ispirato al conservatorismo un po’ anacronistico rappresentato da alcuni marchi, dall’altra è palese una forte spinta verso la sperimentazione e l’innovazione che si traduce in una ricerca verso linguaggi nuovi, ma soprattutto verso l’uso creativo di materiali siano questi tradizionali o di nuova concezione, in una dimensione di stimolante proposta nella “moda” e nello “stilismo” della luce. In questo senso è interessante notare come la parola LED sia utilizzata da tutti sia nel caso di suo impiego che di suo ostentato non utilizzo quando viene fatto ancora ricorso alle fonti tradizionali.

Leggi l’articolo completo su LUCE 304

Precedente GINO SARFATTI DESIGNER DI LUCI MOBILE SENZA FILI
Prossimo LUCI GIOCOSE