LE CATTEDRALI DELL’ENERGIA DEL GRUPPO A2A


A2A
Francesco Radino, Centrale idroelettrica di Calusia, Crotone, 2016

A Milano, dal 21 ottobre al 27 gennaio, l’attesa mostra fotografica “Le cattedrali dell’energia. Architettura, industria e paesaggio nelle immagini di Francesco Radino e degli Archivi Storici Aem” a cura di Francesco Radino e Fabrizio Trisoglio, promossa dalla Fondazione Aem – Gruppo A2A presso la Casa dell’Energia e dell’Ambiente, Piazza Po 3.

La mostra si sviluppa in due sezioni, o due epoche che mostrano con oltre 100 immagini la storia delle “cattedrali dell’energia”, degli edifici, dei luoghi e delle architetture dell’impresa dediti alla produzione dell’energia da nord a sud Italia dai primi del Novecento ad oggi.
Nella prima sezione le fotografie a colori realizzate nel 2016 da Francesco Radino per A2A, tracciano un lungo percorso che dalle centrali valtellinesi porta in Friuli e che dai termovalorizzatori lombardi giunge agli splendidi invasi della Calabria. Sono edifici molto differenti che uniscono utilità a estetica e creano nuovi equilibri con il paesaggio circostante.
Nella seconda sezione dal taglio storico, un’accurata selezione di fotografie in bianco e nero di Antonio Paoletti, Vincenzo Aragozzini, Guglielmo Chiolini, Gianni Moreschi, presenta una panoramica delle strutture industriali AEM della prima metà del Novecento, che ritraggono imponenti centrali, officine, ricevitrici di Milano, di Cassano d’Adda e della Valtellina. Ma anche immagini di architetture caratterizzate da elementi storici come la centrale idroelettrica del Roasco, progettata da Piero Portaluppi, gli impianti di Grosotto e Fraele dalla matrice neorinascimentale e neoromanica; la centrale termoelettrica di Monfalcone con le sue ampie navate in stile gotico, o la ricevitrice sud di Milano e la centrale idroelettrica di Calusia in Calabria, progettata da Giovanni Muzio.

[cml_media_alt id='3200']A2A[/cml_media_alt]
Antonio Paoletti, Ricevitrice nord Aem, Milano, 1938
Casa dell’Energia e dell’Ambiente
Piazza Po 3 – Milano
Da lunedì a venerdì, ore 9.00 – 17.00
(chiuso dal 24 dicembre 2016 al 7 gennaio 2017)
Ingresso libero
fondazioneaem@a2a.euwww.fondazioneaem.it

Precedente VI EDIZIONE ILLUMINOTRONICA, A PADOVA 6-8 OTTOBRE 2016
Prossimo LES DANSEUSES SELEZIONATA PER COMPASSO D’ORO 2018